Calendario

Feb
9
Dom
PROSSIMAMENTE IN TOUR PER PROMUOVERE LA MUSICA EMERGENTE IL 9 FEBBRAIO, 1 MARZO E 19 APRILE 2020 @ Genova (I)
Feb 9–Apr 19 giorno intero

IL 9 FEBBRAIO AL TEATRO CARIGNANO DI GENOVA
IL 19 APRILE AL TEATRO CASA CAVA DI MATERA
L’1 MARZO AL TEATRO LA BOLLA DI BOLLATE (MI)

Da domenica 9 febbraio, al Teatro Carignano di Genova, ritorna in tour “Promuovi la tua Musica”, iniziativa a favore della musica emergente, ideata e voluta fortemente dalla cantante Fanya Di Croce. Un tour nei teatri di Italia che in due anni ha segnato più di mille partecipanti.

Partner del tour è l’etichetta discografica Smilax Publishing che distribuirà a fine edizione la compilation con tutte le canzoni vincitrici delle varie tappe. Sul palco oltre 40 giovani artisti provenienti da tutta Italia si esibiranno presentando i loro progetti artistici. Ad ascoltare i giovani artisti nella tappa di Genova ci sarà Francesco Ciccotti, autore del singolo “sospeso” dedicato alle vittime del crollo del ponte Morandi.

Il contest sta coinvolgendo tutte le località italiane al fine di valorizzare la musica indipendente emergente. A presentare la serata come sempre l’attore Fabio Massenzi, finalista al festival “Tulipani di seta nera” indetto da Rai Cinema con il cortometraggio “L’ultimo Ninja”. L’attore è finalista ora al Ferrara Film Festival con “Prima che diventi buio”.

Il Tour proseguirà il 19 Aprile nella splendida Matera presso il Teatro Casa Cava, occhiello architettonico ambientato in una roccia con il palco trasparente in vetro. Il 1° marzo farà tappa in Lombardia presso il Teatro La Bolla di Bollate dove la commissione artistica sarà affidata al direttore musicale di Radio Italia Antonio Vandoni.

Mar
6
Ven
OSA! Organico scena artistica 19° Festival La donna crea/ 17° Rassegna internazionale Voci Audaci 6 marzo -19 luglio 2020 @ Locarnese
Mar 6–Lug 19 giorno intero

OSA! Organico scena artistica
19° Festival La donna crea/ 17° Rassegna internazionale Voci Audaci
6 marzo -19 luglio 2020
Gambarogno, Locarno, Losone, Muralto, Tenero
Immaginazione donna

Venerdì 6 marzo 2020 OSA! Organico scena artistica festeggia nel suo modo consueto la giornata delle donne, con l’apertura della stagione di primavera che si compone della 19° edizione del festival dell’arte al femminile La donna crea, direzione artistica Santuzza Oberholzer, e della 17° edizione della rassegna internazionale Voci audaci, diretto da Oskar Boldre.
OSA! ospita eventi di teatro, teatro-ragazzi, musica e seminari di canto nei numerosi luoghi culturali del Locarnese, toccati dalla manifestazione. Ben 5 spettacoli sono ad entrata libera, permettendo così una partecipazione popolare, grazie anche alle reti e collaborazioni con Comuni, Associazioni e operatori culturali del territorio, che ogni anno si rinnovano.

INCONTRI alla Biblioteca Cantonale di Locarno: Immaginazione donna è il tema conduttore de La donna crea, e anche al centro del dibattito del primo incontro con la food designer Agnese Z’graggen e la clownessa Gardi Hutter, che dialogheranno con la giornalista Patricia Barbetti sulla loro idea di immaginazione (6 marzo, ore 18.00).
Si rinnova la collaborazione iniziata nella scorsa edizione con “L’immagine e la parola”, nell’incontro Corpo celeste, dedicato all’opera della scrittrice napoletana Anna Maria Ortese, che ha ispirato la formazione dell’immaginario della regista Alice Rohrwacher, presente all’incontro insieme alla studiosa e poetessa Antonella Anedda e all’attrice Tatiana Lepore (29 marzo, ore 16.00).
TEATRO: L’8 marzo spazio al teatro giovane a Cambusateatro con la doppia proposta Rivelare il nascosto: spettacolo in due capitoli nato dai lavori di fine formazione all’Accademia Teatro Dimitri, su tematiche tutte al femminile. Virginia Cassina in Unique Female Experience, period. fa una riflessione sulle mestruazioni come tabù della nostra società; e Luana Volet in Souvenir du futur sulla capacità di resistenza delle donne. Le proposte di teatro continuano con Cunti di casa di Egidia Bruno all’Oratorio di Tenero, che raccontando come si faceva la passata di pomodoro, racconta anche di riti e legami delle piccole comunità del Sud Italia (14 marzo, ore 20.30).
Anche in Anime e sassi del Teatro dei Fauni ritroviamo legami e storie tramandate oralmente, ma nelle valli a Sud delle Alpi. Un percorso teatrale nel borgo di Piazzogna, Gambarogno, in cui si alternano vita quotidiana, antiche leggende e musica popolare dal vivo (26 aprile ore 16.00).
TEATRO RAGAZZI: Tre gli spettacoli di teatro ragazzi per celebrare insieme la festa del papà, dedicati ai mitici Fratelli Grimm. A Losone come di consueto, tutti sotto la Tenda Bianca con Nicole &Martin che nel loro modo circense e divertente ci propongono due fiabe Hansel & Gretel e Gian-di-Ferro (18 marzo-19 marzo) e alla Sala Congressi di Muralto una versione antica della Gatta Cenerentola della Compagnia Oltreilponte, con pupazzi di grande formato e attori (22 marzo, ore 17.00).
MUSICA: In aprile iniziano gli appuntamenti di musica di Voci Audaci con due gruppi di nuova musica d’ispirazione folk, provenienti dalla Francia dalla forte presenza femminile, che propongono sonorità molto differenti, interessante il confronto (in collaborazione con Locarno Folk). Alla Sala Congressi di Muralto Barba Loutig, un quartetto di cantanti e percussioniste indiavolate dalla Bretagna, che partendo dalle tradizioni canore popolari della loro terra, hanno ampliato il repertorio in dialogo con altre culture (4 aprile, ore 20.30). All’Osteria la fabbrica di Losone, Lolomis: trance balcanica ispirata al personaggio dei fumetti Red Sonja (9 maggio, ore 20.30).
7 WORKSHOP DI CANTO 4 giorni di intense proposte per tutti i gusti, per chi vuole approfondire e sperimentarsi nel canto, nell’improvvisazione e nella musica corporale e anche per chi vuole semplicemente divertirsi.
Molte le novità di questa edizione: oltre ai sempre seguitissimi corsi di canto improvvisato con Oskar Boldre e canti e improvvisazioni dall’Africa con Anita Daulne, nuove proposte sono quelle dei maestri di canto difonico Ilaria Orefice & Giovanni Bortoluzzi dalla Sardegna e canto e body percussion ispirati ai ritmi del Brasile con Charles Raszl. Questi artisti si presenteranno anche in un doppio concerto e, a chiusura della stagione, vi sarà la tradizionale Circlesong, canto in cerchio guidato dai maestri dei seminari (16 -19 luglio). Info e iscrizioni: oskarboldre@tiscali.it

Fare rete, tessere collaborazioni è sempre stata la base della programmazione di OSA! che desidera contribuire a diffondere le incredibili risorse culturali presenti sul territorio, accostando artisti locali a prestigiose presenze internazionali. Le associazioni, i Comuni, le biblioteche, le sale si connettono e collaborano in un programma comune proposto dai direttori artistici Santuzza Oberholzer per il teatro e Oskar Boldre, anche direttore del coro Goccia di voci, per la musica. Questo tessuto porta anche a mescolare pubblici con interessi diversi e a creare, in modo naturale, quella mediazione culturale tanto necessaria. Nel nostro lungo cammino abbiamo rinnovato anno dopo anno, diverse proficue collaborazioni con alcuni partner ormai consolidati e continuiamo a stringere nuovi legami da un’edizione all’altra.

OSA! info e prenotazioni: telefono 076 280 96 90 / e-mail: ticket@organicoscenaartistica.ch
tutto il programma scaricabile da: www.organicoscenaartistica.ch

Mar
7
Sab
Esposizione-evento “immaginatura – dipinti di Eric Alibert”, Castelgrande – Sala Arsenale, 7 marzo – 21 giugno 2020 @ Bellinzona
Mar 7–Giu 21 giorno intero

Per festeggiare i suoi 60 anni in Ticino Pro Natura ha deciso di unire arte, scienza e natura attraverso un’esposizione temporanea nella magnifica cornice del Castelgrande ed un vasto programma di eventi su tutto il territorio cantonale.

“immaginatura” è un’esposizione artistico-didattica, che nasce dal desiderio dell’associazione Pro Natura di meravigliare il pubblico grazie al connubio tra arte-scienza-natura. Questa esposizione temporanea, che animerà la Sala Arsenale dal 7 marzo al 21 giugno 2020, è stata possibile grazie alla stretta collaborazione di Pro Natura con la Città di Bellinzona e l’Organizzazione Turistica Regionale Bellinzonese e Alto Ticino.

Città e OTR sono particolarmente felici di accogliere questa importante mostra negli spazi espositivi dei Castelli, sicuri dell’interesse turistico sia locale, sia nazionale, ma anche internazionale. Esposizione che, assieme al programma annuale di mostre ed eventi organizzati ai Castelli, formano un calendario ricco di eventi e di momenti culturali ed artistici tutti da scoprire.

Le informazioni sul programma completo 2020, anno che segna anche i 20 anni di entrata dei Castelli di Bellinzona e la murata e cinta muraria del borgo medievale di Bellinzona nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO, si possono consultare sul sito internet: www.bellinzonese-altoticino.ch/castles

Pro Natura, la più antica associazione per la protezione della natura in Svizzera, è da 60 anni presente anche in Ticino. Per festeggiare il proprio giubileo ha deciso di implementare un’esposizione accompagnata da un ricco programma di eventi dedicato a grandi e piccoli dove ognuno può trovare un’attività adatta alla propria età e curiosità. La mostra è invece un invito a meravigliarsi della bellezza e fragilità della natura. Il visitatore viene invitato a seguire un breve e semplice percorso in cui si alternano lo sguardo scientifico e quello artistico e in cui sempre si colgono la forza e il soffio vitale della Natura.

La prima sala è interamente dedicata ai bambini: le varie attività didattiche e i cartelloni informativi sono un omaggio al grande mondo dei piccoli insetti e alla campagna di Pro Natura “Insieme contro la scomparsa degli insetti”. Tutta la didattica della mostra è tradotta in 4 lingue (IT, DE, FR, EN).

La seconda sala illustra una parte del lavoro di Pro Natura visto con gli occhi di Eric Alibert. All’artista è stato chiesto di dipingere alcune aree naturali che stanno particolarmente a cuore a Pro Natura. Si

Pro Natura Ticino CP 2317, Viale Stazione 10, 6501 Bellinzona

Für mehr Natur – überall! Telefono 091 835 57 67, Fax 091 835 57 66

Agir pour la nature, partout! pronatura-ti@pronatura.ch, www.pronatura-ti.ch Agire per la natura, ovunque! CCP 65-787107-0

tratta di cinque riserve naturali: ogni riserva è accompagnata da alcuni insetti che la caratterizzano. Gli stessi sono osservabili anche al microscopio.

La terza e ultima sala conduce il visitatore nell’universo di Eric Alibert: si incontrano splendidi animali inseriti in paesaggi mozzafiato e si è pervasi da sensazioni che non necessitano di guide né di spiegazioni. L’intento è di risvegliare l’immaginazione e liberare le emozioni capaci di smuovere gli animi, favorendo l’introspezione per poi permetterci di osservare il mondo esterno con una rinnovata consapevolezza. Quelle stesse emozioni che, suscitate dalla bellezza e dalla fragilità della vita, guidano il lavoro di Pro Natura Ticino da ben 60 anni.

In concomitanza con l’esposizione e l’anno del giubileo Pro Natura lancia due concorsi sensazionali. Uno per i più grandi, coinvolgendo la popolazione a favore degli insetti e per una maggiore biodiversità. Informazioni e indicazioni sul sito internet di Pro Natura. L’altro concorso à dedicato ai più piccini, tutte le indicazioni per il concorso si trovano all’interno della mostra.

Spazi esterni: Animatura per le classi scolastiche

Esplorare con una lente d’ingrandimento la vita nascosta di un prato fiorito, imitare una rana saltellando e un rospo camminando oppure mascherarsi da formica per difendere gli afidi delle piante dalle coccinelle affamate. Il programma di Animatura è tanto diversificato quanto lo può essere la natura stessa e si basa su quattro elementi chiave: «scoprire», «osservare», «riflettere» e «muoversi». Degli animatori competenti e formati su temi specifici accompagnano le classi scolastiche (max. 25 bambini) in natura e propongono delle attività all’aperto che permettono di completare le conoscenze teoriche su animali, piante e ambienti naturali acquisite in classe. Durante il periodo dell’esposizione – solo su riservazione – esiste la possibilità di svolgere un’Animatura (in lingua italiana) nella corte esterna di Castelgrande.

Un animatore di Pro Natura accompagnerà le classi per un paio d’ore alla scoperta di tante curiosità sul mondo delle api selvatiche o dei prati fioriti. Le Animatura saranno effettuate da aprile a giugno (nei giorni martedì e giovedì).

Altre Animatura sono possibili, in collaborazione con il Museo cantonale di storia naturale, presso l’aula sull’acqua di Muzzano sul tema degli insetti acquatici.

Più natura in città!

Oltre all’esposizione e agli eventi previsti per l’anno del 60° Pro Natura ha elaborato e creato un’installazione esterna, visitabile da metà marzo, per promuovere la biodiversità in ambiente urbano. Sulla corte esterna del Castello, lato nord, saranno allestiti particolari ambienti per favorire la natura in città: un prato fiorito, delle casette nido per api selvatiche, delle cataste di legna. Queste piccole azioni favoriranno la biodiversità e permetteranno lo svolgimento delle Animatura con le scuole da marzo a giugno.

Mar
29
Dom
Codiv-19, comunicazione riguardo alle Sante Messe in televisione dal 29 marzo al 12 aprile 2020 @ Diretta Televisiva
Mar 29–Apr 12 giorno intero

Grazie alla preziosa collaborazione della RSI, a cui va la nostra gratitudine, comunico che a partire da domenica prossima, 29 marzo 2020, le Sante Messe presiedute da Mons. Vescovo verranno trasmesse anche in diretta televisiva. Di seguito il calendario delle Celebrazioni:

Domenica 29 marzo, V domenica di Quaresima, Santa Messa in diretta su La2 alle ore 09.00.
Domenica 5 aprile, Domenica delle Palme, Santa Messa in diretta su La2 alle ore 09.00.
Giovedì 9 aprile, Messa in Coena Domini in diretta su La2 alle ore 18.00.
Venerdì 10 aprile, Liturgia della Passione in diretta su La2 alle ore 15.00.
Sabato 11 aprile, Veglia pasquale in diretta su La2 alle ore 21.30.
Domenica 12 aprile, Santa Messa di Pasqua in diretta su La1 alle ore 11.00 e a seguire benedizione urbi et orbi.

Con viva cordialità,
Don Nicola, Vic. gen.

Curia Vescovile
Borghetto 6 – c.p. 5382
6901 Lugano

Apr
1
Mer
1 aprile – 10 maggio 2020, totenta.nz ¦ Totentanz – La quarantena. @ online
Apr 1–Mag 10 giorno intero

1 aprile – 10 maggio 2020, totenta.nz ¦ Totentanz – La quarantena.

Finchè siamo vivi ci sarà il teatro. È solo la sua forma che deve cambiare.

Come l’amore ai tempi del colera è differente da quello ai tempi di Tinder, il teatro ai tempi del Corona è differente da quello ai tempi di gennaio.

La Markus Zohner Arts Company sta lanciando un grande progetto teatrale multipiattaforma: in quaranta puntate, dall’1 aprile al 10 maggio, potrai leggere, guardare e immergerti nei mondi di quattro personaggi che sono bloccati nelle loro case a causa del COVID-19. Durante questo periodo di “calma forzata”, i quattro entreranno in contatto con se stessi, con la loro vita e con il loro passato, attraversando così un periodo di trasformazione personale profonda.

Sarà uno spettacolo al sicuro, ma pieno di pericoli, un lavoro profondo e poetico, con alcune lacrime e con mille risate.

Ci saranno dei testi. Ci sarà della musica. Ci saranno degli attori e delle attrici, ci sarà la rivoluzione. Ci saranno quattro personaggi e un cane. Ci saranno delle storie commoventi, dei canti meravigliosi, degli sviluppi inaspettati.

Quattro attori, una scrittrice, un interaction designer, un regista, diecimila spettatori: il teatro ai tempi del Corona.

Il grande progetto di scrittura teatrale improvvisata in diretta della Markus Zohner Arts Company ha inizio.

Gli altri aprono i loro archivi. Noi apriamo la nostra creatività.

Ulteriori informazioni: http://zohner.com/release/totentanz/ e totenta.nz

Spettacolo teatrale trasformato in multipiattaforma.

Quattro attori, due scrittori, un e un regista.

Scrittura, fotografia, recitazione, video, recitazione online in diretta.

Ogni giorno dal 1 aprile al 10 maggio 2020 su totenta.nz

Cast:
Giorgia: Patrizia Barbuiani
Sofia: Alessandra Francolini
Michele: Luca Domas
Traugott: David M. Zurbuchen
Interaction Designer, Multimedia, Web: Sandro Pianetti
Assistente di produzione: Elisabetta Preite
Drammaturgia ed editing: Patrizia Barbuiani, Markus Zohner
Concetto e regia: Markus Zohner
Produzione: Markus Zohner Arts Company, Associazione artistica PETRUSKA

Con il sostegno di:
Repubblica e Cantone del Ticino, Città Lugano, Fondazione Ernst Göhner, Fondazione svizzera degli artisti interpreti.

Apr
5
Dom
Esposizione “GILBERT & GEORGE”, Museo Casa Rusca, Locarno (5 aprile – 18 ott. 2020) @ Locarno
Apr 5–Mag 5 giorno intero

“GILBERT & GEORGE”

5 aprile – 18 ottobre 2020
Museo Casa Rusca, Locarno

Il prossimo 5 aprile il Museo Casa Rusca inaugurerà la nuova stagione espositiva ospitando la coppia più provocatoria dell’arte contemporanea internazionale: Gilbert & George.

Si tratta di un evento di grande importanza poiché gli artisti – in occasione della celebrazione di oltre mezzo secolo di sodalizio esistenziale-artistico – hanno eccezionalmente accettato di esporre le loro opere a Locarno, dopo aver tenuto mostre nei più prestigiosi musei del mondo, dal Centre Pompidou di Parigi all’Art Museum di Shangai, dalla Tate Gallery di Londra, al MoMA di New York.

La rassegna, progettata in stretta collaborazione con Gilbert & George, presenterà la loro produzione più recente realizzata nell’ultimo decennio. Una selezione di sessanta opere trasformerà ogni sala del Museo in un grande affresco, dando vita ad un’esperienza affascinante e coinvolgente, che comunicherà al pubblico l’essenza del lavoro del duo artistico inglese.

Vedi dettagli

GILBERT & GEORGE 5 aprile – 18 ottobre 2020 ¦ Museo Casa Rusca, Locarno
A cura di Rudy Chiappini

Conferenza stampa: venerdì 3 aprile 2020, ore 11.00

Inaugurazione: sabato 4 aprile 2020, ore 17.00

Comunicato stampa

Il prossimo 5 aprile il Museo Casa Rusca inaugurerà la nuova stagione espositiva ospitando la coppia più provocatoria dell’arte contemporanea internazionale: Gilbert & George.

Si tratta di un evento di grande importanza poiché gli artisti – in occasione della celebrazione di oltre mezzo secolo di sodalizio esistenziale-artistico – hanno eccezionalmente accettato di esporre le loro opere a Locarno, dopo aver tenuto mostre nei più prestigiosi musei del mondo, dal Centre Pompidou di Parigi all’Art Museum di Shangai, dalla Tate Gallery di Londra, al MoMA di New York.

La rassegna, progettata in stretta collaborazione con Gilbert & George, presenterà la loro produzione più recente realizzata nell’ultimo decennio. Una selezione di sessanta opere trasformerà ogni sala del Museo in un grande affresco, dando vita ad un’esperienza affascinante e coinvolgente, che comunicherà al pubblico l’essenza del lavoro del duo artistico inglese.

Amati dal pubblico, osannati da musei e gallerie, il loro atteggiamento pluralista mescola performance, scultura e grafica pop in un unicum accessibile a tutti (e non potrebbe essere diversamente, dato il leitmotiv che da sempre guida la loro pratica: “Art for All”). Obiettivo principale del loro lavoro è produrre un’arte democratica e di forte impatto comunicativo, che sfida le convenzioni dell’élite e della società borghese e che analizza in profondità la complessità della condizione umana. Affrontando argomenti solitamente estranei alle sale museali e che possono colpire alcuni visitatori gli artisti, con il loro vissuto, per primi si sottopongono a tale minuzioso esame, mettendo in scena sé stessi, in un’ottica che vede coincidere l’artista e l’opera d’arte: “Essere sculture viventi è la nostra linfa, il nostro destino, la nostra avventura, il nostro disastro, nostra vita e nostra luce” dichiarano, indicando nel rapporto tra l’arte e la vita l’asse portante della loro poetica.

La mostra si concentrerà sulle tematiche più controverse e urgenti del dibattito contemporaneo, da sempre, alla base della loro ricerca: sesso, razza, religione, politica, identità all’insegna di pochi comuni denominatori: l’ironia pungente, il rifiuto delle etichette e la voglia di mettere tutto in discussione, senza necessariamente fornire risposte alle domande suscitate.

Per Gilbert & George l’arte non è altro che una rielaborazione della vita e deve necessariamente avere anche una funzione educativa, indicando la strada per superare qualsiasi tabù, religioso, culturale o sociale.

Il loro modo di intendere l’arte si rispecchia anche nella scelta della firma comune: ciò non indica solo un rifiuto della distinzione dei ruoli, ma anche una profonda revisione dell’idea di identità e di individualità. L’essere insieme, il fatto di esistere in quanto due in un unico concetto, fanno di Gilbert & George dei precursori di tematiche che oggi vengono poste quali importanti e necessarie. Il segreto del loro grande riscontro di pubblico e, tardivamente, di critica, sta forse proprio nella “&”, quella “e” che simboleggia l’unione tra due persone, tra due creativi a generare un carisma non convenzionale.

Biografia

Gilbert Prousch nasce a San Martino in Badia, Italia, nel 1943. George Passmore nasce invece a Plymouth, Regno Unito, nel 1942. Sarà la St. Martin’s School of Art di Londra, dove entrambi studiano scultura, a farli incontrare nel 1967. Precursori nel scegliere il palcoscenico anticonvenzionale per il loro talento, nel 1968 si trasferiscono nel quartiere operaio di Spitalfields e si oppongono subito al conformismo della società e all’arte d’élite. Singing sculpture, la loro prima performance davanti agli studenti della scuola, risale al 1969.

Il 1971 è l’anno della loro personale di esordio. Presentano pertanto le prime fotografie in bianco e nero alla Whitechapel di Londra, alla Kunstverein di Düsseldorf e allo Stedelijk Museum di Amsterdam. Il successo arriva nel 1972, quando vengono invitati alla rassegna Documenta di Kassel e il Daily Mirror li proclama “il grande, nuovo fenomeno del mondo dell’arte”. Dal 1972-73 collaborano con prestigiose gallerie: la londinese Anthony d’Offay, la Sonnabend Gallery di New York e la Galerie Konrad Fischer di Düsseldorf. Nel 1977 smettono di mostrarsi come “sculture viventi” e la loro produzione di grandi composizioni fotografiche, con struttura a griglia ortogonale e i loro ritratti sempre presenti, comincia a subire dei mutamenti.

Dopo il bianco e nero e l’utilizzo del rosso, dagli anni Ottanta Gilbert & George si aprono al colore e parallelamente aumentano le dimensioni delle opere che assumono, progressivamente, l’aspetto di veri e propri mosaici in virtù della costruzione a pannelli giustapposti. Dalla serie THE 1982 PICTURES prendono forma gli assemblaggi e le sovrapposizioni che da allora accompagnano i lavori di Gilbert & George.

Nel 1990 gli artisti realizzano la serie THE COSMOLOGICAL PICTURES, che viene presentata in numerosi musei europei tra 1991 e 1993. Nel 1992 espongono, presso il Museo d’arte di Aarhus, in Danimarca, la loro opera più monumentale: NEW DEMOCRATIC PICTURES (1991) . Il corpo umano diventa oggetto della ricerca artistica, non soltanto dal punto di vista della sessualità e dell’anatomia, ma anche della biologia come nelle serie THE NAKED SHIT PICTURES (1994) e FUNDAMENTAL PICTURES (1996). Nel 1997 tengono una retrospettiva sui 30 anni della loro carriera al Museo d’Arte Moderna di Parigi.

Dagli anni 2000 Gilbert & George iniziano a manipolare le immagini utilizzando la tecnologia digitale. Appartengono a questa fase le NEW HORNY PICTURES (2001) incentrate sulle inserzioni di mercenari del sesso, le TWENTY LONDON EAST ONE PICTURES (2003) esemplificative della stretta relazione tra l’arte della coppia e la zona di Londra in cui abitano, e le SONOFAGOD PICTURES (2005). Nel 2005, con le Ginko Pictures, approdano alla Biennale di Venezia in veste di rappresentanti della Gran Bretagna. Dopo gli attentati terroristici del luglio 2005 avvenuti nella capitale britannica, l’attualità torna protagonista in THE SIX BOMB PICTURES (2006). Nel 2007 la Tate Modern di Londra li ospita per la più grande retrospettiva mai dedicata prima ad artisti viventi; la mostra ha fatto poi tappa nei maggiori musei europei, tra cui il Castello di Rivoli a Torino.

Seguono le cinque serie prodotte dagli artisti tra il 2008 e il 2016: le JACK FREAK PICTURES (2008), le

LONDON PICTURES (2011), le SCAPEGOATING PICTURES (2013), le UTOPIAN PICTURES (2014) e le
BEARD PICTURES (2016), presentate al Museo Casa Rusca in occasione di questa esposizione.

Gilbert & George hanno ricevuto numerosi premi inclusi il South Bank Award e il premio “Lorenzo il Magnifico” alla carriera, entrambi nel 2007; lo Special International Award nel 1989, e il Turner Prize nel 1986.

I loro lavori si trovano in numerose collezioni pubbliche e private internazionali tra cui l’Art Institute of Chicago, il Cleveland Museum of Art, il Guggenheim Museum di Bilbao, l’Irish Museum of Modern Art di Dublino, l’Istanbul Modern, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Museum Ludwig a Colonia, il Museum of Contemporary Art a Los Angeles, il Museum of Contemporary Art a Sydney, il Museum of Modern Art a New York, il Solomon R. Guggenheim Museum di New York, lo Stedelijk Museum ad Amsterdam e la Tate Gallery a Londra.

Entrambi vivono e lavorano a Londra.

Informazioni
SEDE Museo Casa Rusca
Piazza Sant’Antonio, 6600 Locarno
ORARI Martedì – Domenica 10.00-12.00 / 14.00-17.00
Lunedì chiuso
INGRESSO Intero CHF 12.-
Ridotto AVS/AI e
gruppi (minimo 10 persone) CHF 10.-
Studenti dai 16 anni e
gruppi AVS/AI (minimo 10 persone) CHF 6.-
Ingresso gratuito per le scuole
e per gli studenti fino ai 16 anni
CONTATTI Dicastero Cultura Città di Locarno
Piazzetta de’ Capitani 2, 6600 Locarno
+41 (0)91 756 31 70 servizi.culturali@locarno.ch
www.museocasarusca.ch
www.locarno.ch
www.facebook.com/casarusca
www.instagram.com/casarusca

Mag
2
Sab
Sabato 2 Maggio 2020, sul Quai di Lugano, si terrà la seconda edizione del Concours d’Élégance “Città di Lugano”. @ Lugano
Mag 2 giorno intero

A LUGANO RITORNA L’APPUNTAMENTO CON LE AUTO CHE HANNO PERCORSO LA STORIA

Dopo 7 anni di successo della Lions in Classic, il charity di regolarità organizzato dal Lions Club Monteceneri, lo scorso anno è stato lanciato il Concours d’Élégance.

Il successo riscontrato ha incoraggiato il Comitato a organizzare una seconda edizione che ha l’ambizione, ma anche tutte le carte in regola, per inserirsi di diritto tra i principali eventi europei dedicati ai veicoli d’epoca.

E le carte da giocare il Concours d’Élégance “Città di Lugano” le ha tutte, a partire dal lungolago di Lugano, location eccezionale e riconosciuta in tutto il mondo che rappresenta il migliore palcoscenico per il vasto pubblico di appassionati e curiosi che avrà l’opportunità di ammirare le più affascinanti creazioni dei più noti visionari e geni creativi del passato.

Le iscrizioni per esporre la propria vettura si stanno per chiudere.
Per garantirsi uno degli ultimi posti disponibili: https://lionsinclassic.ch/concourselegance/iscrizione/

Per tenersi costantemente aggiornati: www.lionsinclassic.ch/concourselegance

Giu
6
Sab
Prevendita | Tutti dormono 6,7, 8 giugno 2020 a Mendrisio… ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO ORA! @ Mendriio
Giu 6–Giu 8 giorno intero

Cara lettrice, caro lettore puoi acquistare sin d’ora il tuo biglietto d’ingresso per TUTTI DORMONO. Scegli tra le repliche. Cliccando sulla data potrai inviarci una mail con i tuoi dati. Oppure visita il sito

Tutti dormono


e utilizza il modulo di contatto.

6 giugno 2020 ore 21.30
(data di riserva in caso di pioggia 13 giugno 2020 ore 21.30)

6 giugno 2020 ore 23.00
(data di riserva in caso di pioggia 13 giugno 2020 ore 23.00)

7 giugno 2020 ore 21.30
(data di riserva in caso di pioggia 14 giugno 2020 ore 21.30)

8 giugno 2020 ore 23.00
(data di riserva in caso di pioggia 14 giugno 2020 ore 23.00)

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO SUBITO !!!

Hai prenotato? Ora per concludere l’acquisto paga il biglietto. Eccoti le coordinate bancarie:

BANCASTATO, via Guisan 5, 6501 BELLINZONA

a favore di

CH03 0076 4598 0764 C000 C

CON_CRETA – arti espressive & progetti creativi, 6866 Meride, conto 65-433-5

Ingresso singolo: 40.- CHF
Ingresso ridotto soci Concreta, studenti e AVS: 30.- CHF
Ingresso gruppi (minimo 10 persone, solo in prevendita): 30.- CHF/ a persona

Il ritiro dei biglietti avverrà sul piazzale del Centro Culturale LaFilanda 15 minuti prima dello spettacolo.

A dieci anni di distanza gli abitanti di Spoon River scenderanno la collina, attraverseranno il fiume per ricordarci che “Tutti dormono”.
Occorre svegliarsi perché là, dove loro sono finiti, finiremo anche noi.

Sul sito di Concreta è stato attivato un conto alla rovescia, abbiamo pubblicato le attività previste e il teaser di tutti dormono

Lorenza Foschini dialoga con Moira Bubola al LAC per le Colazioni Letterarie – rinviato al 6 giugno 2020 @ Lugano (LAC)
Giu 6@11:00

L’incontro previsto per sabato 7 marzo con la giornalista Lorenza Foschini nell’ambito delle Colazioni Letterarie è stato RINVIATO, per indisposizione della autrice, al prossimo 6 giugno, sempre alle 11 al LAC.

Lorenza Foschini al LAC per le Colazioni Letterarie – 6 giugno 2020
Sabato 6 giugno alle ore 11 Hall LAC

Lorenza Foschini dialoga con Moira Bubola
Il vento attraversa le nostre anime. Marcel Proust e Reynaldo Hahn. Una storia d’amore e d’amicizia.

“Il vento attraversa le nostre anime” sono le parole che il giovane e già noto musicista Reynaldo Hahn appunta a margine dello spartito di un’opera che sta componendo, L’Île du rêve. É l’estate del 1894 il tempo in cui esplode, ricambiato, il suo amore per Marcel Proust. – Racconta Lorenza Foschini – Ho ricostruito la storia di questo rapporto attraverso le lettere salvate dalla distruzione degli scritti operata dalle rispettive famiglie che volevano cancellare ogni traccia di omosessualità dalla vita di Reynaldo e Marcel. Ne emerge il racconto di un grande amore tra due giovani eccezionali, vissuta nella Parigi straordinaria della fine ottocento.
Un grande amore diventato negli anni successivi un’amicizia altrettanto passionale e intensa che durerà fino alla morte di Proust nel 1922.”
Entrambi di origine ebraica, Reynaldo per parte di padre, Marcel per parte di madre, sono colti, ambiziosi, brillanti. Spiritosi nel loro mondano snobismo, esibiscono una irrefrenata, giovanile vitalità, attraversata a tratti da improvvise malinconie. Dopo due anni di intensa passione la loro storia, che sembrerebbe destinata a spegnersi tristemente, si tramuta invece in un sentimento unico e particolarissimo, che durerà fino alla morte di Proust, nel 1922, anche se, nel corso degli anni, le loro avventure artistiche si divaricano: la musica di Reynaldo, mutati i gusti e le mode, apparterrà sempre più a un’epoca ormai passata, mentre la fama di Marcel, autore di un capolavoro letterario quale Alla ricerca del tempo perduto, crescerà di giorno in giorno, facendone presto una celebrità.
LORENZA FOSCHINI, giornalista, ha condotto a lungo il Tg2 Rai. Autrice e conduttrice di trasmissioni di successo, ha realizzato documentari e programmi di approfondimento. Fra i suoi libri ricordiamo: Misteri di fine millennio, Il cappotto di Proust, Zoe, la principessa che incantò Bakunin e, con Giovanni Sartori, La democrazia in trenta lezioni.

La seconda edizione di “Colazioni letterarie” è un ciclo di appuntamenti volto a far conoscere meglio al pubblico luganese personaggi di spicco del mondo letterario e culturale, promosso da Società Dante Alighieri, PiazzaParola e dal centro culturale LAC nell’ambito del programma LAC edu, in collaborazione con LAC shop.
La formula del ciclo: le autrici e gli autori invitati parleranno del loro classico preferito e del ruolo che questa lettura ha avuto nella loro produzione letteraria e nella loro vita. Gli incontri della nuova stagione saranno l’occasione per dialogare con scrittrici, scrittori, saggisti e giornalisti, e affrontare con loro temi culturali di attualità.

Ingresso libero.

Prima di ogni incontro il caffè del LAC, Luini 6, offre il 10% di riduzione sulla colazione.
Lorenza Foschini sarà al caffè del LAC alle 10.30, e chi vorrà potrà unirsi a lei per parlarle e salutarla prima dell’incontro.

Per maggiori informazioni edu.luganolac.ch

Giu
20
Sab
MIKA è il secondo grande artista del Connection Festival 2020! (Locarno, 20 e 21 giugno 2020) @ Locarno
Giu 20–Giu 21 giorno intero

Premessa: Abbiamo deciso di annunciare questo grande artista perché abbiamo pensato che un’infusione di positività servisse a tutti. Sono tempi duri per ognuno di noi, eppure continuiamo a sperare che la cooperazione di tutti argini il problema quanto prima, per tornare ad abbracciarci stretti davanti ad un palcoscenico cantando a squarciagola la nostra canzone preferita.

Per la prima volta in Ticino, una grande voce, un eccezionale performer, che ha la straordinaria capacità di coinvolgere il pubblico dall’inizio alla fine dello show, un artista internazionale apprezzato in tutto il mondo.

Il Connection Festival, giunto quest’anno alla sua terza edizione, si conferma l’evento di apertura dell’estate ticinese che, dopo Marracash, aggiunge al palinsesto un nuovo grande artista internazionale a garanzia di un’edizione emozionante e ricca di divertimento.
Image

MIKA Revelation Tour 2020, DOMENICA 21 GIUGNO IN PIAZZA GRANDE – LOCARNO
Ore 20:00
PRENOTA SUBITO!

Dopo il singolo Ice Cream, che ha anticipato il suo nuovo album My Name Is Michael Holbrook uscito a ottobre, Mika porta le nuove canzoni e tutti i suoi straordinari successi in tour con uno spettacolo colorato ed eclettico che farà il giro dell’Europa e del mondo!

In seguito alla partecipazione a show televisivi di successo come Stasera CasaMika e X Factor in Italia e The Voice in Francia, Mika ha deciso di riportare il focus totalmente sulla musica: a dodici anni dal debutto di Life In Cartoon Motion che fu lanciato dalla hit Grace Kelly, il nuovo progetto di Mika arriva dopo quattro album che gli hanno fruttato certificazioni d’oro e di platino in 32 paesi del mondo per oltre 10 milioni di dischi venduti.

Guarda ora il video di Boum Boum Boum:

Ad aprire il concerto ci penserà il noto duo ticinese “Make Plain”!

Attraverso una formazione essenziale, Luca e Andrea offrono al mondo della musica la pura semplicità del suono di due chitarre sommata all’armonia di due voci; il tutto viene sorretto da una grancassa che sostiene ostinatamente le loro canzoni.

Nel corso degli anni il duo si è aggiudicato vari premi e si è esibito con successo anche all’estero!

Il Connection Festival si svolge dal 17 al 21 giugno con vari eventi in programma in Piazza Grande e in Piazza Magnolia, seguiranno maggiori informazioni nelle prossime settimane!

Programma Piazza Grande
Sabato 20 Giugno; Marracash
Domenica 21 Giugno: MIKA

Lug
17
Ven
VOCI PER LA LIBERTÀ: PARTONO I PREMI AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA PER LE MIGLIORI CANZONI SUI DIRITTI UMANI (17-19 luglio, Rovigo) @ Rovigo (I)
Lug 17–Lug 19 giorno intero

AL VIA IL BANDO DI CONCORSO PER GLI EMERGENTI E LE SELEZIONI DEI BRANI DEI BIG DELLA MUSICA ITALIANA

Al via i lavori per la 23a edizione del festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty” con le prime fasi del Premio Amnesty International Italia nelle sezioni emergenti e big. Il festival, che coniuga musica e diritti umani, è in programma dal 17 al 19 luglio a Rosolina Mare (Rovigo) ed è nato nel 1998 in occasione del 50° Anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Premio Amnesty International Italia sezione Emergenti

Per quanto riguarda gli artisti emergenti, è disponibile sul sito www.vociperlaliberta.it il bando di concorso per questa nuova edizione, a cui possono partecipare cantautori e band che abbiano un brano che parli di diritti umani, in qualsiasi lingua o dialetto e di qualsiasi genere musicale. La scadenza del bando è fissata per lunedì 4 maggio.

Gli artisti che si iscriveranno entro il 16 marzo avranno però la possibilità di partecipare al Premio MEI Musplan: tra tutti gli iscritti che entro quella data avranno caricato il proprio brano in un’ apposita playlist sulla piattaforma musplan.com sarà selezionato il premio semifinalista del concorso di Voci per la libertà da un’apposita commissione.

I semifinalisti saranno 8 in totale: oltre al vincitore del Premio MEI Musplan, gli altri 7 saranno selezionati tra tutti gli iscritti dall’organizzazione di Voci per la libertà. Quattro si esibiranno a Rosolina Mare venerdì 17 luglio e quattro il giorno successivo. I migliori cinque accederanno alla finale del 19. Gli artisti (a cui saranno assicurati vitto e alloggio) saranno valutati da una giuria composta da importanti addetti ai lavori e giornalisti, che assegnerà il Premio Amnesty International Italia per la sezione Emergenti.

Il vincitore avrà diritto a molti bonus, come la produzione di un videoclip e, insieme agli altri finalisti, l’inserimento in un album o playlist assieme ai big. Altri bonus saranno man mano definiti. Ad esempio nel 2018 per alcuni dei finalisti ci sono state anche decine di concerti e di laboratori musicali, un tour di 8 date realizzato grazie a NUOVOIMAIE e una comunicazione costante delle varie iniziative.

Il bando e altre informazioni a questo link: www.vociperlaliberta.it/festival/premio-amnesty-emergenti

Premio Amnesty International Italia sezione Big

Dal 2003 Amnesty International Italia e Voci per la libertà premiano una canzone (uscita nell’anno precedente) di un nome affermato della musica italiana sui diritti umani. Negli anni hanno vinto questo premio: Daniele Silvestri, Ivano Fossati, Modena City Ramblers, Paola Turci, Samuele Bersani, Subsonica, Vinicio Capossela, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Fiorella Mannoia e Frankie Hi-Nrg, Enzo Avitabile e Francesco Guccini, Max e Francesco Gazzè, Mannarino, Edoardo Bennato, Nada Malanima, Brunori Sas, Roy Paci.

Una prima selezione è partita proprio in questi giorni. Tutti possono segnalare all’indirizzo info@vociperlaliberta.it, entro il 15 febbraio 2020, brani che abbiano queste tre caratteristiche:

1) pubblicati tra il 1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019,
2) composti/interpretati da un artista italiano noto,
3) su un tema legato alla Dichiarazione universale dei diritti umani.

Tutte le proposte saranno prese in considerazione da uno staff composto da esponenti di Amnesty International Italia e di Voci per la Libertà, che ne selezionerà 10. Le nomination verranno quindi sottoposte a una giuria di importanti addetti ai lavori (giornalisti, conduttori radiofonici e televisivi, docenti universitari, referenti di Amnesty International Italia e di Voci per la Libertà), che eleggerà tra le candidate il Premio Amnesty International Italia, sezione Big, 2020. Il vincitore sarà ospite nella nuova edizione di “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty” a Rosolina Mare (RO).

La storia del premio e altre informazioni a questo link: www.vociperlaliberta.it/festival/premio-amnesty-italia

Ago
29
Sab
La StraLugano 2020 si svolgerà il 29/30 agosto @ Lugano
Ago 29–Ago 30 giorno intero

A causa del protrarsi della situazione di emergenza sanitaria e della conseguente proibizione di tenere manifestazioni, il Comitato Organizzatore della StraLugano ha deciso di spostare lo svolgimento della 15a edizione alla data del 29/30 agosto 2020.

Il Comitato comprende e sostiene le misure precauzionali emanate dalla Confederazione e dal Cantone e ringrazia di cuore la Città di Lugano, gli sponsor e tutte le persone ed i partner coinvolti nell’organizzazione che hanno condiviso la decisione di posticipare la data della StraLugano, confermandoci il loro sostegno e la piena collaborazione.
Come avevamo comunicato in precedenza, tale decisione è volta a tutelare la salute e la sicurezza dei nostri partecipanti e collaboratori. La scelta di rinviare piuttosto che annullare la manifestazione, oltre che quale segno di fiducia nel miglioramento della situazione attuale, è stata presa con un occhio di riguardo per tutti gli amanti dello sport che non vedono l’ora di ritornare a correre in piena salute e sicurezza.

Le iscrizioni già registrate fino ad oggi, verranno considerate valide per la nuova data del 29/30 agosto, alle stesse condizioni attualmente in vigore e proseguono quindi attraverso i canali abituali sul sito www.stralugano.ch . Non vediamo l’ora di accogliervi, ancora più numerosi, ai nastri di partenza della 15a StraLugano !

Nell’attesa di vedervi a fine agosto vi invitiamo a seguire, sui nostri social network, le proposte di allenamento da casa, per mantenervi in forma anche in questo periodo. La passione per lo sport non si arresta, ma esplora nuovi orizzonti e nuove possibilità di condivisione.

Comitato StraLugano