Calendario

Dic
22
sab
Spazio fotografico: in Burundi si vive a Rancate dal 22 12 2018 al 7 01 2019 @ Rancate
Dic 22 2018–Gen 7 2019 giorno intero

In seguito ad un viaggio in Burundi, in collaborazione con l’Associazione Amici Ticino per il Burundi (AmTiBu – www.amtibu.org), Matteo Taddei (giovane 23enne, neolaureato in Comunicazione visiva alla SUPSI) ha deciso di esporre parte delle sue fotografie scattate durante il suo soggiorno al Centre Jeunes Kamenge.

22122018_ostra foto sul Burundiweb
Lo scopo di questa avventura è stato quello di realizzare un libro fotografico per l’Associazione come progetto di tesi di laurea in comunicazione visiva con l’intento di valorizzare Il Centre Jeunes Kamenge, un centro giovani che è sostenuto dall’operato di AmTiBu.
L’esposizione è aperta e gratuita al pubblico ed è situata sotto il portico che si trova vicino alle scuole elementari di Rancate. Matteo ha deciso di esporre soltanto 12 delle foto presenti nel volume con lo scopo di mostrarne una breve un’anteprima che ne precede la sua pubblicazione prevista nel 2019.

Lo spazio espositivo vuole essere un modo per farci vivere il Natale anche sotto un’altra forma, pensando anche solo un attimo a chi al mondo è meno fortunato di noi!

L’inaugurazione ufficiale si terrà sabato 22 dicembre alle ore 14:00! Vi aspettiamo numerosi!

Dic
26
mer
Il tradizionale “tuffo in… Paradiso”. Un invito a cimentarsi nella nuotata d’inverno il 26 dicembre 2018 @ Paradiso
Dic 26@10:00

L’ormai tradizionale manifestazione “Un tuffo in … Paradiso” si terrà sul Lungolago il 26 dicembre 2018 con ritrovo alle ore 10.00 e partenza ore 10.30.

La nuotata popolare su una distanza di 30 metri è senza classifiche né rilievi cronometrici e l’età minima per i partecipanti è di 11 anni; per i minorenni è richiesta l’autorizzazione scritta di un genitore o rappresentante legale per i partecipanti tra gli 11 e i 16 anni è richiesto l’accompagnamento di una persona maggiorenne in acqua durante il tragitto.

Ogni partecipante deve avere una copertura personale responsabilità civile (RC).

La manifestazione avverrà con qualsiasi tempo. Le pre-iscrizioni sono da effettuare entro il 21 dicembre 2018 (ore 12.00) al telefono 091 985 04 04

al mail: manifestazioni@paradiso.ch o al servizio informazioni al pianterreno del Palazzo del Municipio.

Un’avventura insolita, quella della nuotata in pieno inverno, che è molto piaciuta a partecipanti e pubblico. La prima volta è stata nel 2014 e ora la manifestazione è diventata un appuntamento tra i più inaspettati e divertenti, suscitando soprattutto tanta curiosità e divertimento nello scenario del nostro lago.

CONCERTO aperitivo di Santo Stefano, Chiesa Parrocchiale di Bosco Gurin il 26 dicembre 2018 @ Bosco Gurin
Dic 26@17:30

Mercoledì 26 dicembre p.v. ore 17.30

Animerà il fine pomeriggio la rinomata formazione musicale svizzero italiana dei

L’Orchestra di fisarmoniche “Swiss Accordion” diretta dalla Maestra Nadia Zanelli-Sartori nasce nel 2004 raccogliendo l’esperienza di precedenti formazioni risalenti al 1975. Queste formazioni, sempre da lei dirette, riuniscono musicisti provenienti da tutto il Canton Ticino e dal Grigioni italiano.

Vi saremo grati se vorrete gentilmente diffondere l’informazione di questo concerto per il tramite della vostra cronaca regionale e dell’agenda degli appuntamenti culturali .

Siete nel contempo cordialmente invitati alla serata.

· Seguirà sul sagrato della Chiesa il rinfresco natalizio con “Vin brulè” e “pan speziato”, incontro suggestivo di fine anno al lume delle torce.

Serena Fumaria al premio letterario “Milano Donna 2018” il 26 dicembre 2018 @ Milano
Dic 26@18:30–20:00

26122018_Milano_serena fumaria present libroFumaria per la presentazione dell’ opera “ Cambiare consapevolmente si può “, scritta a quattro min con Valter Giraudo

Il giorno 26 Dicembre 2018, presso Martintempo, via Baldassini 42 a Gubbio, verrà ospitata l’autrice eugubina Serena Fumaria, premio letterario Milano Donna International 2018/19 con il suo libro “Diario di una Hostess”, la quale presenterà una nuova opera scritta a quattro mani con Valter Giraudo.

Il libro “Cambiare consapevolmente si può” crea i presupposti e specifica le strategie per cambiare i tratti che desideriamo modificare di noi stessi. Entrambi gli autori sono Mental Coach con specializzazioni in vari settori olistici, i loro interessi sono atti alla rinascita e al miglioramento personale, motivo per cui hanno aperto un’associazione culturale a sostegno delle Vittime di abusi e violenza ( www.ioscelgome.it)

Dic
28
ven
Souvenirs spettacolo di poche parole per tutte le età a Locarno il 28 dicembre 2018 @ Locarno
Dic 28@15:00

Come dare un saluto al 2018, evocare un ricordo e ringraziamento per i bei momenti che ci ha dato? Il modo migliore per farlo è assistere allo spettacolo poetico “Souvenirs”

Venerdì 28.12 ore 15.00 a Locarno Atelier Teatro dei Fauni
Souvenirs spettacolo di poche parole per tutte le età www.pas-de-deux.ch/it/variete.htm

Con la
Compagnie Pas de Deux di Aline e Martin Del Torre
Spettacolo-varietà con musica dal vivo in cui la signorina Lily vi invita a rivivere momenti speciali della sua vita, i suoi incontri e i suoi grandi amori…Lei, con l’aiuto del suo fedele Alphonse dai numerosi talenti, vi condurrà in un mondo dove i ricordi si trasformano in palline da giocoliere, in una melodia lontana, in una corda magica oppure in un salto mortale… Un spettacolo per divertirsi e meravigliarsi. Aline e Martin compagni nella vita e sul palcoscenico girano l’Europa con il loro teatro-tenda. Si perfezionano nel campo dell’ acrobazia con il maestro Szilard Szekely e sono seguiti dal regista Robert Eisele.

Segue merenda a sorpresa a cura di Agnese Zgraggen per festeggiare tra amici e in famiglia.

Prenotazioni: ticket@organicoscenaartistica.ch o telefono 076 280 96 90

Dic
29
sab
Alcuni dei principali eventi e attività d’interesse turistico in programma fino al 6 di gennaio nel territorio del Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno. @ Bassa Valtellina
Dic 29 2018–Gen 6 2019 giorno intero

Morbegno, 29 dicembre 2018. Alcuni dei principali eventi e attività d’interesse turistico in programma fino al primo di gennaio nel territorio del Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno.
Fino al 6 gennaio
Presepi di Mellarolo e Sacco. A Mellarolo è possibile visitare il presepe, realizzato da Renato Introzzi all’interno delle ex scuole, il sabato, la domenica e nei giorni festivi dalle 13 alle 19. A Sacco l’installazione, presso la chiesa, è stata creata dalla Parrocchia S. Lorenzo mentre in Via dell’Orso da Insieme per Sacco.
Presepi di Morbegno. Un percorso che si snoda tra le vie di Morbegno e le frazioni riscoprendo la passione di chi si impegna realizzando con il cuore splendide opere e fantastiche ambientazioni, arricchendo la tradizionale festa del Santo Natale.
Presepi delle Contrade Talamona. Visita ai caratteristici presepi nelle varie contrade del paese, collocati in diversi ed originali ambienti (stalle, lavatoi, torrenti, chiese…). Domenica 30/12, martedì 1/1 e domenica 6/1, dalle ore 15 alle ore 18, e dalle ore 20 alle ore 23, servizio di navetta, con pulmino, per la visita. Info: www.prolocotalamona.it
Grande Presepe della Valtartano. 16° edizione del presepe con personaggi a grandezza naturale della Val Tartano. Visite diurne dalle ore 10 alle ore 16; visite notturne il 29/12 e il 4/1 dalle ore 20.30 alle ore 22 (info 3451529761). Si raccomanda di calzare doposci o scarponi, munirsi di guanti e per le visite notturne di portare con sé un frontalino.
Caccia al tesoro: lo Spirito del Natale. Caccia al tesoro gratuita per persone singole, famiglie e gruppi! Per partecipare rivolgersi all’Infopoint di Gerola Alta dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17. Info: 3938644223.
30 dicembre
Ore 14 Dimostrazione teleferica Valtellina Talamona località Ponte dei Frati. Esibizione a cura dei Boscaioli di Talamona. Info: www.prolocotalamona.it
Ore 15 Gerola Alta. Scopri il magico Villaggio di Babbo Natale ed i suoi abitanti e vivi splendide avventure all’insegna dello spirito natalizio, con divertenti attività ed animazioni per bambini. Il Villaggio sarà aperto fino alle ore 19. Ingresso bimbi € 5. Info: 3938644223.
Ore 20 Camminata a S. Giorgio Talamona. Partenza dal Tempietto degli Alpini e concerto di fine anno del Coro Valtellina nella Chiesa di S. Giorgio. Info: www.prolocotalamona.it
Ore 20.30 Val Masino frazione Cataeggio. Esibizione del Gruppo Costumi Tradizionali e canti a cura del Gruppo Alpini Val Masino; seguirà rinfresco. Info: 3343399708.
Ore 20.30 Concerto di fine anno Forcola, fraz. Sirta – Chiesa S. Giuseppe. Presentazione del libro dedicato alla Chiesa di S. Giuseppe della frazione Sirta e brani della tradizione natalizia alternati alla narrazione delle vicende legate alla costruzione della Chiesa. Info: www.forcolaweb.org
Ore 20.45 Rockin’ the world: sulle grandi pareti del mondo. Val Masino frazione S. Martino – sala Beni Frazionali. Serata di proiezioni con l’alpinista Matteo De Zaiacomo. Sarà un suggestivo viaggio tra i luoghi e le pareti più affascinanti del mondo raccontato attraverso le imprese-avventure di alcuni fortissimi membri del leggendario Gruppo dei Ragni di Lecco. Una serata unica, tre filmati, uno spettacolo in cui i riflettori sono puntati su spettacolari immagini di imprese alpinistiche e sportive tra grandi spazi selvaggi, natura e montagne incontaminate. Info: 3343399708.
31 dicembre
Ore 20 Cenone di S. Silvestro Buglio in Monte. Cenone per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Costo cenone € 40, bambini € 15. La serata sarà allietata da musica e balli presso i locali della Pro Loco. Info: 3207256999.
Ore 18 Capodanno in piazza Morbegno. Aperitivo, alle ore 22.30 esibizione di Still Alive, band tributo ai Kiss. Brindisi di mezzanotte e a seguire, fino alle ore 2 dj set a cura di Channel Morbegno.
Gerola Alta località Castello Falò di mezzanotte e scambio degli auguri. Info: 3938644223.
1° gennaio
Ore 15 Musei aperti a Gerola Alta e in località Castello fino alle ore 18. Info: 3938644223.
Ore 15 Gerola Alta. Scopri il magico Villaggio di Babbo Natale ed i suoi abitanti e vivi splendide avventure all’insegna dello spirito natalizio, con divertenti attività ed animazioni per bambini. Ci sarà uno spettacolo dedicato a “Le magie dell’Elfo Puk”. Il Villaggio sarà aperto fino alle ore 19. Ingresso bimbi € 5. Info: 3938644223.
Ore 20.30 Pedesina. Fiaccolata per le vie del paese. Info: 393 8644223.

Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno
info@valtellinamorbegno.it
portedivaltellina.it
facebook.com/valtellinamorbegno
twitter.com/portevaltellina
instagram.com/consorziovaltellinamorbegno
http://telegram.me/valtellinamorbegno

Alcuni dei principali eventi e attività d’interesse turistico in programma fino al 6 gennaio tra Sondrio e Valmalenco. @ Sondrio e Valmalenco
Dic 29 2018–Gen 6 2019 giorno intero

Partendo dall’apertura della seggiovia di Caspoggio S. Antonio, fino al 6 gennaio, dalle 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 14 alle ore 16.30. Oppure con una nuotata nella piscina della Valmalenco aperta fino al 6 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 14:30 alle 20 (chiusa il primo gennaio).
Tante le occasioni anche con i mercatini. Hobbistica e artigianato in via Don Gatti a Caspoggio domenica 30 dicembre e sabato 5 gennaio (dalle 8 alle 18), lungo via Roma a Chiesa in Valmalenco domenica 30 dicembre e sabato 5 gennaio, venerdì 4 gennaio e sabato 5 gennaio il mercatino delle curiosità e percorso ludico culturale nel centro di Chiesa in Valmalenco
Non mancano mostre e musei. Fino al 6 gennaio la mostra della pittrice Maria Errani (10-12 16-19 chiusa a Capodanno) a Chiesa in Valmalenco. Oppure la mostra sul cambiamento climatico in Valtellina a cura della Delegazione Fai di Sondrio presso il palazzo scolastico a Caspoggio. Fino al 6 gennaio, sempre a Caspoggio, la mostra sul restauro della Croce del Pizzo Scalino (17-19 20.30-22.30 Sala Erminio Dioli).
Il Museo Valtellinese di Storia ed Arte Sondrio è aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Chiuso il 1° gennaio, mentre il 6 gennaio aperto dalle 15 alle 18.
Ricordiamo che è attivo il “Treno della Neve”, lo speciale servizio ferroviario sulla linea Milano-Tirano, giunto alla terza edizione, che consentirà agli sciatori di non usare l’auto grazie al comodo collegamento con le piste dell’Alpe Palù.
30 dicembre
Alle ore 20:45, con replica ore 21:15, il Presepe Vivente di Lanzada nel suggestivo anfiteatro naturale della contrada di Vetto, dove una sessantina di figuranti si muovono all’interno del presepe. Altre date 3 gennaio: ore 20:45, replica ore 21:15 5 gennaio ore 18:00, replica ore 18:30.
31 dicembre
Dalle ore 19:30 accensione del 2019 presso il campo sportivo di Caspoggio con aperitivo e brindisi di fine anno offerto dagli Alpini e dagli Amici dell’Astù. Vin brulé, panettoni e torte per tutti.
Dalle ore 23 festeggiamenti di Capodanno in piazza SS. Giacomo e Filippo a Chiesa in Valmalenco con la musica di Radio Number One.
A Sondrio alle 16:30 in piazza Garibaldi camminata di San Silvestro. Dalle 20 musica, animazione, scenografie di luce e colore. Alle 23:59 conto alla rovescia e festeggiamenti della mezzanotte con sparacoriandoli. Alle 00:15 party con musica
Primo gennaio
Concerto di Capodanno organizzato da Amici della Musica Sondalo martedì 1 gennaio 2019 alle ore 17 al Teatro Sociale di Sondrio in piazza Garibaldi – Orchestra Antonio Vivaldi.
Dal 2 al 5 gennaio
Museo mineralogico di via Palù in Lanzada aperto e visitabile dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19; sarà possibile ammirare gli splendidi demantoidi della collezione mineralogica Francesco Bedognè. Info 0342453243.
4 gennaio
La Pro Loco Valmalenco organizza alle ore 20 nella frazione Primolo di Chiesa in Valmalenco, “I panun dei Bau e dolci della tradizione natalizia”.
Alle ore 19:30 a Lanzada, frazione Vetto, “Apriamo le cantine, gustiamo el cudegot e i oss de ciunn con i patati”.
Visita guidata alla centrale idroelettrica di Lanzada alle ore 10:30 (piazzale della centrale).
Iscrizione obbligatoria (massimo 25 persone) presso Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco.
6 gennaio
Alle 14 “Arriva la Befana” in piazza San Giorgio a Montagna in Valtellina

DAVIDE VAN DE SFROOS DAL 29 DICEMBRE IN TOUR NEI TEATRI CON “TOUR DE NOCC” @ vedi programma
Dic 29 2018–Apr 16 2019 giorno intero

DAVIDE VAN DE SFROOS DAL 29 DICEMBRE IN TOUR NEI TEATRI CON “TOUR DE NOCC”

in scaletta i brani più famosi del suo repertorio

presentati in veste totalmente rivisitata e ballate inedite

SOLD OUT i live di LECCO, CASSANO MAGNAGO (VA) e COMO!

Si aggiungono due nuovi appuntamenti:

IL 30 MARZO AL TEATRO ZENITH di CASALMAGGIORE (CR)
IL 6 APRILE AL TEATRO SOCIALE DI SONDRIO

LE PREVENDITE DEL CONCERTO DI SONDRIO SARANNO DISPONIBILI DA DOMANI SU VIVATICKET

I BIGLIETTI DI TUTTI GLI ALTRI CONCERTI DEL TOUR SONO DISPONIBILI
IN PREVENDITA SU TICKETONE E SUI CIRCUITI INTERNI DEI TEATRI

Dopo il tutto esaurito dei live di LECCO, CASSANO MAGNAGO (VA) e COMO, il “TOUR DE NOCC”, il tour teatrale del cantautore e scrittore DAVIDE VAN DE SFROOS, si arricchisce di due nuove date: il 30 marzo al Teatro Zenith di CASALMAGGIORE (CR) e il 6 aprile al Teatro Sociale di SONDRIO.

L’artista darà vita ad un grande e unico spettacolo in grado di ricreare una suggestiva atmosfera teatrale notturna con sfumature swing e jazz. In scaletta, oltre ai brani più famosi del suo repertorio in veste totalmente rivisitata, alcune ballate inedite mai eseguite prima.

Per l’occasione, Davide Van De Sfroos sarà accompagnato sul palco dai musicisti Angapiemage Galliano Persico (violino, tamburello, cori), Riccardo Luppi (sax tenore e soprano, flauto traverso), Paolo Cazzaniga (chitarra elettrica e acustica, cori) e Francesco D’Auria (batteria, percussioni, tamburi a cornice, hang).

«Voglio celebrare il mio passato nascosto proponendo delle ballate dimenticate sotto i lampioni e dare uno sguardo al futuro – racconta Davide Van De Sfroos – un viaggio notturno alla ricerca dei brani nei cassetti dimenticati. Una musica che cercherà di ritracciare ombre familiari con tinte nuove».

Queste le data del tour in continuo aggiornamento:

Sabato 29 dicembre – Teatro Cenacolo Francescano, LECCO – SOLD OUT
Domenica 30 dicembre – Teatro Cenacolo Francescano, LECCO – SOLD OUT
Venerdì 4 gennaio – Pentagono, BORMIO (SO);
Giovedì 15 gennaio – Teatro Argentia, GORGONZOLA (MI);
Sabato 29 gennaio – Teatro Cagnoni, VIGEVANO (PV);
Venerdì 1 febbraio – Teatro Auditorio, CASSANO MAGNAGO (VA) – SOLD OUT
Sabato 9 febbraio – Sala Teatro LAC, LUGANO;
Sabato 23 febbraio – Creberg, BERGAMO;
Sabato 9 marzo – Auditorium Santa Chiara, TRENTO;
Giovedì 14 marzo – Teatro Ciak, MILANO;
Venerdì 15 marzo – Teatro Openjobmetis, VARESE;
Venerdì 22 marzo – Teatro Sociale, COMO – SOLD OUT
Sabato 30 marzo – Teatro Zenith, CASALMAGGIORE (CR) – NUOVA DATA
Sabato 6 aprile – Teatro Sociale, SONDRIO – NUOVA DATA
Martedì 16 aprile – Teatro Sociale, COMO;

Le prevendite del concerto del 6 aprile a Sondrio saranno disponibili su Vivaticket a partire dalle ore 12.00 di domani, giovedì 20 dicembre. I biglietti delle altre date sono disponibili, invece, in prevendita su Ticketone e sui circuiti interni dei teatri. Nei prossimi giorni verrà annunciata l’apertura delle prevendite anche per la data di Casalmaggiore (CR).

Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos, è un cantautore e scrittore nato a Monza e cresciuto sul Lago di Como, il cui nome d’arte rappresenta una tipica espressione del dialetto tremezzino (o laghée) traducibile con “vanno di frodo”. In diciassette anni di carriera musicale ha pubblicato sei album di inediti, ha ricevuto il Premio Maria Carta, ha vinto due volte il Premio Tenco (“Miglior autore emergente” nel 1999 e come “Migliore album in dialetto” nel 2002) e ha pubblicato cinque romanzi editi da La Nave di Teseo e Bompiani. Nel 2011 si è classificato quarto alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con “Yanez”, brano che ha dato il nome al quinto album, certificato disco d’oro. Il brano “El Carnevaal de Schignan”, tratto dall’album “Yanez”, viene scelto come colonna sonora del film “Benvenuti al Nord”. Nel 2012 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo ma come autore del brano “Grande mistero” interpretato da Irene Fornaciari. Nel 2015 esce l’album “Synfuniia” (Batoc67/Universal Music), contenente 14 brani storici del cantautore comasco riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra. Recentemente ha pubblicato il romanzo “Ladri di foglie”, edito dalla casa editrice La Nave di Teseo.

www.davidevandesfroos.it

www.facebook.com/davidevandesfroosofficial/

L’APUS A LOCARNO ON ICE il 29 dicembre con una bancarella natalizia. @ Locarno
Dic 29@10:00–16:00

APUS è un’associazione attiva in tutta la Svizzera italiana, che ha come missione contribuire alla protezione dell’avifauna indigena e di conseguenza favorire l’incremento della biodiversità. L’associazione gestisce l’unico centro di cura e riabilitazione specializzato per uccelli selvatici, che ospita individui trovati in difficoltà appartenenti a tutte le specie dell’avifauna selvatica, provenienti da tutta la Svizzera italiana.
Inoltre le nostre attività comprendono anche il pronto intervento e soccorso sul terreno, la protezione delle colonie e dei luoghi di nidificazione nell’ambiente urbano e la sensibilizzazione e informazione del pubblico.

Sabato 29 dicembre saremo presenti a “LOCARNO ON ICE” con una bancarella natalizia, dalle 10:00 alle 16:00. Vi daremo tante idee per aiutare l’avifauna indigena, soprattutto offriremo consulenza sulla posa dei nidi artificiali e avremo a vostra disposizione diversi materiali informativi. Sarà un’opportunità unica per giocare insieme a “MEMORY GIGANTE”, in cui vi sfideremo a riconoscere alcune delle specie comuni dei nostri boschi. Sarà una sede piacevole in cui soddisfare le vostre curiosità e ci regalerà l’occasione di farvi i nostri migliori auguri per il prossimo anno.

Per mantenersi aggiornato visitateci sulla pagina FB dell’evento:

https://www.facebook.com/events/1996742177072035/

Sabato 29 dicembre 2018: Nate Brown & One Voice Airolo @ Airolo
Dic 29@17:00

Sabato 29 dicembre 2018 Nate Brown & One Voice Airolo, Chiesa Parrocchiale Ore 17.00 Prevendita: Leventina Turismo, Airolo, tel. 91 869 15 33 Biasca e Riviera Turismo, tel. 091 862 3327 Bellinzona Turismo, tel. 091 825 4818, By Pinguis Bellinzona Nate Brown si è formato presso due prestigiosi college of music, il Duke Ellington e il Berklee di Washington D.C. Collabora con musicisti di grande fama come i trombettisti Wynton Marsalis e Roy Hargrove che gli procurano ampia notorietà. Nel 2008 forma il suo gruppo degli One Voice con il quale si esibisce negli States e intraprende numerosi tour nel mondo. Oggi dirige e forma nuovi talenti nella corale della First Baptist Missionary Church sempre a Washington e tornerà in esclusiva per la nostra Rassegna con un nuovo repertorio fra tradizione e contemporaneità, per il primo concerto Gospel ad Airolo. Nate Brown leader, voce e sax Justin Blair, tenore Elijah Gelzer, tenore Lesley Neely, soprano Rachel Massey, soprano Salimu Terrell, soprano Kemuel Browne, tastier

Link www.freegreen.ch

Dic
31
lun
Concerto di San Silvestro OSI al Lac di Lugano @ Lugano-Lac
Dic 31@18:30

Concerto di San Silvestro
Lunedì 31 dicembre 2018 ore 18.30
Sala Teatro LAC Lugano Arte e Cultura
Orchestra della Svizzera italiana
Charles Dutoit direttore
Martha Argerich pianoforte
_____________
Grande successo e sala esaurita per il Concerto di San Silvestro che festeggia a Lugano con l’OSI l’arrivo del Nuovo Anno in compagnia di una coppia straordinaria di artisti: Martha Argerich e il celebre direttore d’orchestra vodese, Charles Dutoit. Un programma di grande varietà che spazia da opere di Ravel e Liszt a una selezione di valzer e polche di Johann Strauss II.
Il Concerto di San Silvestro a Lugano con l’OSI, lunedì 31 dicembre 2018 ore 18.30 presso la Sala Teatro LAC, non è soltanto l’occasione per festeggiare l’arrivo del Nuovo Anno e due artisti della levatura di Martha Argerich e Charles Dutoit, ma anche un viaggio musicale che ha per denominatore comune il grande compositore francese Maurice Ravel. Si parte, infatti, con l’esecuzione della suite Ma Mère l’Oye, opera con la quale Ravel ottenne il primo incontestato successo di pubblico e critica, quando passò magnificamente dalla versione in bianco e nero per pianoforte a quattro mani alla caleidoscopica trascrizione per orchestra. Il secondo brano in programma, il Concerto per pianoforte e orchestra in mi bemolle di Liszt, ci ricorda quanto Ravel, ammiratore del «genio tematico particolare» di Liszt, fosse stato influenzato dalle soluzioni nuove nella forma musicale e nell’orchestrazione dell’ungherese. Un altro autore che Ravel amava molto fu Johann Strauss ‘figlio’: nutriva un’intensa «simpatia per quei ritmi ammirabili che esprimono la gioia di vivere», come si percepisce dai tre capolavori scelti da Dutoit per il brillante finale: l’avvolgente valzer Frühlingsstimmen (Voci di primavera), la brillante polka Trisch-Trasch (polka dei pettegolezzi) e la tumultuosa polka veloce Unter Donner und Blitz (Fra tuoni e fulmini). Dopo i brani di Strauss, preceduti dalla romantica ouverture di Otto Nicolai per le Allegri comari di Windsor da Shakespeare, a conclusione del concerto, seguirà un brindisi augurale per il nuovo anno offerto dal LAC alla presenza degli artisti e dell’Orchestra della Svizzera italiana.

Il Concerto di San Silvestro sarà trasmesso dalle 20.00 sulle onde di RSI Rete Due
AGENDA

Concerto di San Silvestro
Lunedì 31 dicembre 2018 ore 18.30
Sala Teatro LAC Lugano Arte e Cultura

Orchestra della Svizzera italiana
Charles Dutoit direttore
Martha Argerich pianoforte

Maurice Ravel Ma Mère l’Oye suite per orchestra
Franz Liszt Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 in mi bemolle maggiore
Otto Nicolai Die lustigen Weiber von Windsor ouverture
Johann Strauss jr. Frühlingsstimmen valzer
Johann Strauss jr. Tritsch-Trasch Polka
Johann Strauss junior Unter Donner und Blitz polka

LAC e OSI invitano il pubblico a fine concerto per un brindisi al 2019

Il Concerto di San Silvestro sarà trasmesso dalle 20.00 sulle onde di RSI Rete Due

_____________________
L’OSI ringrazia tutti i suoi finanziatori e sponsor, in particolare il Cantone e Repubblica Ticino – Fondo Swisslos, la Città di Lugano, l’Associazione degli Amici dell’OSI, lo sponsor principale BancaStato e il partner internazionale Helsinn. L’OSI è Orchestra residente del LAC.

The BeatFree/…Beatles and more and more… il 31 dicembre 2018 a Lugano-Castagnola @ Lugano/Castagnola
Dic 31@19:30

From The BEATLES… …to Creedence Cl. Revival, Rolling Stones, Kinks, Byrds, Spencer Davis Group, Uriah Heep, Bob Dylan, Shadows, Equals, Little Richard, Elvis Presley, Barry McGuire, Sam Cooke, Scott McKenzie, Bee Gees, Chuck Berry, Roy Orbison, Steppenwolf, Mamas & Papas, Blues Brothers, John Denver, Moody Blues, Troggs, Santana, Christie, Crosby/Stills/Nash&Young, ecc. …& ITALIAN EVERGREENS!

The BeatFree (0000) complesso ticinese

Berdy Ciriello (chitarre, armonica e voce principale), Paul Roos (chitarre, basso e voce), Angel Scalena (batteria, percussioni e voce) suoneranno

lunedì 31 dicembre ’18 a
Lugano-Castagnola @
Hotel Ristorante “Firenze”
Strada di Gandria 1
dalle ore 19.30… (e musica fino alle ore 02.00)!

…aperitivo, cenone e “W il 2019” in musica e balli con The BeatFree presso il rinnovato, bello e simpatico Hotel Ristorante Pizzeria Firenze a Lugano-Castagnola!😊😋😊 …dopo l’aperitivo, il cenone:

Fondue di formaggio in patata con pancetta croccante e salumi tipici *** Ravioli al tartufo + Parmigiana di melanzane *** Sorbetto al limone *** Arrosto di tacchino con patate e ratatouille di verdure *** Semifreddo al panettone… 😋 …e, dopo la mezzanotte, cotechino e lenticchie (offerti) per tutti 😉, con proseguimento della musica live The BeatFree… e danze scatenate!!! 🎸👍🎶😊

The BeatFree vi intratterranno pure tra una portata e l’altra del cenone!

POSTI LIMITATI! CHF. 70.- per persona
Info/prenotazioni Hotel Ristorante “Firenze” (è possibile depositare una caparra per avere la sicurezza dei posti riservati: infatti i POSTI sono LIMITATI…😉!): tel. +41 (0)91 224 62 33

Sito internet Hotel Ristorante “Firenze”: http://www.ristorantefirenze.ch/

Pagina Facebook Hotel Ristorante “Firenze”: https://www.facebook.com/Hotel-Ristorante-Pizzeria-Firenze-1762976107311974/

Gen
1
mar
Scambio di auguri di Buon anno alla popolazione di Faido @ Faido
Gen 1@17:30

Invito alla popolazione:

il Municipio di Faido ha il piacere di invitare la popolazione ad un momento festoso per lo scambio di Auguri il:

1 gennaio 2019 alle ore 17’30 presso la Pista di Ghiaccio di Faido.

Seguirà un rinfresco offerto dal Comune

Gen
3
gio
LA MOSTRA LEGO® CHE RACCONTA LA NATURA A LUGANO. Aperta tutti i giorni fino al 3 marzo! @ Lugano
Gen 3 giorno intero
natur lego mostra fino 3 marzo 2018

INFO E TICKETS

Aperto tutti i giorni dal 26.12.2018 al 3.3.2019

Dal lunedì al venerdì dalle ore 13.00 alle ore 19.00

Sabato, domenica e festivi dalle ore 10.00 alle ore 20.00

Intero (a partire dai 16 anni): CHF 19.00

Ridotto Studenti/AVS/AI/Gruppi*: CHF 16.00

Ridotto Bambini (da 3 a 15 anni): CHF 12.00 Scuole**: CHF 10.00
Pacchetto famiglia***: CHF 55.00
Bambini fino a 2 anni ingresso gratuito.

* I gruppi si intendono a partire da 11 persone
** Le scuole accedono unicamente su prenotazione

*** La tariffa famiglia è valida per 2 adulti + 2 bambini

10% DI SCONTO PRESENTANDO ALLA CASSA LA LUGANO CARD

SALTA LA FILA ACQUISTANDO IL BIGLIETTO IN PREVENDITA!
▸ Rivenditori Offline:
MANOR – Biglietteria LAC – La Posta – Coop City
▸ Per maggiori informazioni:
www.luganobricks.ch – info@luganobricks.ch

MOSTRA “GIUSEPPE TERRAGNI PER I BAMBINI: L’ASILO SANT’ELIA”. Como – Pinacoteca Civica fino al 6 gennaio 2019 @ Como (I)
Gen 3–Gen 6 giorno intero

Via Diaz 84 – FINO AL 6 GENNAIO 2019

In mostra gli arredi progettati da Giuseppe Terragni per l’Asilo Sant’Elia di Como.

Seggioline, banchetti delle aule, armadietti spogliatoi, un lungo mobile contenitore e un esempio originale della poltrona ‘Benita’, per il primo asilo a misura di bambino.

Un progetto moderno e sensibile alle esigenze dei “piccoli uomini”.

E’ aperta fino al 6 gennaio 2019 la mostra “Giuseppe Terragni per i bambini: l’Asilo Sant’Elia” organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como e allestita nelle sale destinate alle esposizioni temporanee della Pinacoteca di Como, nell’ambito del processo di rivalorizzazione della Pinacoteca Civica di Como e di una nuova progettazione degli spazi.

L’idea di dedicare una mostra all’Asilo Sant’Elia, capolavoro dell’architettura razionalista comasca progettato da Giuseppe Terragni a partire dal 1934 e realizzato nel 1936, nasce dal ritrovamento nei depositi della Pinacoteca e dell’Asilo di alcuni arredi d’epoca, a misura di bambino, in parte realizzati su disegno dello stesso Terragni. Da qui la scelta di presentarli al pubblico – dopo un attento lavoro di recupero e restauro – riuniti insieme per la prima volta, permettendo al visitatore di meglio comprendere un tema estremamente accattivante e attuale come l’ideazione di uno spazio collettivo per l’infanzia.

Secondo l’intenzione dei curatori, Paolo Brambilla e Roberta Lietti, la mostra “intende far conoscere al visitatore, anche non particolarmente esperto d’architettura, la modernità del progetto di Terragni, profondamente sensibile alle esigenze dei ‘piccoli uomini’, e anche la particolare valenza sociale dell’Asilo Sant’Elia, concepito in una zona periferica e particolarmente povera di Como e destinato a bambini le cui madri, oltre al pesante lavoro casalingo (di fronte all’asilo è ancora visibile uno dei tanti lavatoi comunali dove le donne si recavano a lavare i panni), erano impegnate come operaie negli opifici della zona, per lo più tessili”.

Nella mostra sono esposti documenti storici, materiale fotografico, testi d’epoca, i piccoli arredi per i bambini (le tre tipologie di seggioline tra cui la versione ridotta ’Lariana’, progettata da Terragni, i banchetti delle aule, gli armadietti spogliatoi e un lungo mobile contenitore, sempre di disegno dell’architetto) oltre all’arredo dell’infermeria e a un esempio originale della poltrona ‘Benita’ (in seguito ribattezzata “Sant’Elia”) presente nell’arredo dell’Asilo così come in quello della “Casa del fascio” di Como, oltre alla documentazione relativa alla genesi del progetto architettonico.

L’esposizione è accompagnata da un sottofondo sonoro ideato dal regista Mario Pagliarani, partendo dalle registrazioni delle voci dei bambini che oggi frequentano l’Asilo Sant’Elia.

La mostra è anche il primo passo del graduale ridisegno della Pinacoteca con spazi dedicati all’arte e all’architettura del moderno e in particolare alle Avanguardie razionaliste Comasche del ‘900: l’esposizione, allestita nelle tre sale del piano nobile della Pinacoteca, è infatti temporanea ma, alla sua chiusura, una parte dell’allestimento verrà ricollocato all’ultimo piano e costituirà il primo tassello di un’esposizione a carattere permanente, progettata ex novo, dedicata a Giuseppe Terragni e al tema dell’asilo.

03.01.2019 Fiaccolata allo Sci Lift Prato Leventina @ Prato Leventina
Gen 3@18:00

Giovedì vi aspettiamo dalle 18.00 per la tradizionale fiaccolata.
A seguire raclette, musica e un bell’ambiente familiare per festeggiare tutti insieme l’arrivo del nuovo anno.

Gen
6
dom
Panettonata PPD a Lugano. Domenica 6 gennaio 2019. @ Lugano
Gen 6@15:00

Panettonata PPD Lugano. Domenica 6 gennaio, a conclusione del periodo natalizio, la Sezione PPD e GG Lugano invita i propri simpatizzanti, e non solo, a partecipare a una simpatica panettonata che si terrà a partire dalle 15’00 a Molino Nuovo nel ristorante Charlie Moto Bistrot (ex Gestibar; in via Zurigo 3, tra piazza Molino Nuovo e l’Università; a fianco del negozio della Croce Rossa).
Saranno presenti anche il presidente sezionale Angelo Petralli, la vicepresidente sezionale Benedetta Bianchetti, altri Consiglieri comunali e candidati al Consiglio di Stato e al Gran Consiglio.
Si potrà partecipare a ben due concorsi a premi.
Per informazioni: info@ppd-lugano.ch o 079 678 38 52.

“Esmeralda e Quasimodo” ad Ascona il 6 gennaio 2019 @ Ascona
Gen 6@16:30

Ispirato al famoso romanzo Notre Dame de Paris di Victor Hugo e al balletto di Jules Perrot, sulle musiche di C. Pugni, “Esmeralda e Quasimodo” della compagnia Theama Teatro è incentrato sulla figura della ballerina Esmeralda e del suo rapporto con il solitario e gobbo Quasimodo, campanaro di Notre Dame, vessato da Frollo perché considerato brutto e deforme. I due ragazzi riusciranno a trovare l’uno nell’altro la forza ed il coraggio per opporsi alla crudeltà di Frollo, riuscendo a “vedersi” e a “sentirsi” oltre le apparenze fisiche. La contrapposizione fra la bellezza, l’eleganza e l’armonia dei movimenti di Esmeralda e la deformità e la goffaggine di Quasimodo, nonché fra l’impossibilità di esprimersi verbalmente di lei e l’incredibile voce melodica di lui, diventerà il motivo dell’unione tra i due ragazzi che scopriranno che i loro cuori e le loro anime, pure e candide, sono le due facce di una stessa medaglia. Al Teatro del Gatto, Epifania domanica 6 gennaio alle ore 16:30. Spettacolo per famiglie a partire dai 4 anni. E’ consigliata la prenotazione su info@ilgatto.ch / 091 792 21 21

Concerto Gospel & Soul 6 gennaio – Verscio @ Verscio
Gen 6@17:00
La Forma ciclica: La International Chamber Philarmonic Orchestra of Switzerland al Conservatorio di Lugano il 6 gennaio 2019 @ Lugano
Gen 6@17:00

LUGANO. Il 6 gennaio alle ore 17, presso il conservatorio della Svizzera italiana, la International Chamber Philarmonic Orchestra of Switzerland (ICPO) presenta la Forma ciclica concerto con il Quartetto ESPOS e Maurizio Zaccaria, pluripremiato pianista diretti da Fausto Corbo.

Saranno eseguiti la Sinfonia n. 31 in re maggiore, “Horn Signal”, Hob.I:31 di Franz-Josef Haydn; Quartetto per archi n°2 in la minore, op. 13 di Felix Mendelssohn-Bartholdy e Wanderer Fantasie per pianoforte e orchestra di Franz Schubert / Franz Liszt.

Haydn è Maestro indiscusso nei più svariati campi della scienza musicale, ponte ideale fra stile classico e Sturm und Drang, padre della sinfonia e del quartetto modernamente intesi. Ci ha lasciato un’enorme produzione che abbraccia tutti i generi e le forme musicali. Haydn anticipa di diversi decenni quella concezione della cosiddetta «forma ciclica» tanto cara agli autori romantici come Mendelssohn-Bartholdy, che la utilizza nel Quartetto n. 2 in la minore op. 13. Una siffatta dialettica interessa anche altri due grandi compositori, Franz Schubert e Franz Liszt; il primo, a differenza di quest’ultimo, non ebbe mai fortuna in vita, e ben poco di suo venne pubblicato vivente l’autore; ma per fortuna furono i posteri a conservarne la memoria. Per quanto riguarda invece la Wanderer Fantasie per pianoforte, essa appartiene all’ultimo periodo di Schubert, essendo stata composta nel 1822; ritenuta da molti studiosi come uno dei pezzi più complessi e difficili mai scritti per il pianoforte durante il periodo romantico.

Il Quartetto Epos è attualmente composto da Livia Roccasalva e Deolinda Giovanettina ai violini, Teresa Robledo Risueño alla viola e Ulisse Roccasalva al violoncello.Il Quartetto ha studiato con grandi nomi del panorama musicale internazionale quali Klaidi Sahatçi, Yuval Gotlibovich, Johannes Goritzki, Danilo Rossi, Hariolf Schlichtig e Aldo Campagnari (Quartetto Prometeo),Alfred Brendel ed il violinista del Jerusalem Quartet Sergei Bresler.

Maurizio Zaccaria si è esibito in grandi teatri tra i quali il Musikverein (Vienna), la Sala Cortot (Parigi), il Parco della Musica (Roma), alla Biblioteca Musical Victor Espinos (Madrid), la Town House (Inverness), il Caruth Auditorium (Dallas), la Sala Gaber (Milano).

Fausto Corbo ha collaborato con orchestre di vari paesi europei come Italia, Svizzera, Austria, e Bulgaria, si annoverano soprattutto quelle con Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra regionale Filarmonia Veneta, Camerata Musica Luzern, Neues Orchester Basel, Haydn Sinfonietta Vienna, Orchestra Filarmonica di Ruse, Orchestra Filarmonica di Burgas.

Per informazioni e prenotazioni: http://icpo.ch/eventi/prossimi-eventi/

“MUSICA PER OTTONI E ORGANO” a Quinto il 6 gennaio 2019 @ Quinto
Gen 6@19:00

Concerto dell’Epifania 6-gen-201 9 h.17.00 Chiesa di San Pietro e Paolo a Quinto

“MUSICA PER OTTONI E ORG ANO”
G. Veit (1943) Turmmusik

J.S.Bach (1685-17 50) Preludio in DO maggiore B WV 553

G.F. Haendel (1685-1759) Sarabanda, Marcia, Moderato

J.S.Bach (1685-17 50) Preludio in FA maggiore BWV 556

A. Camprà (1660- 1744) Rigaudon

A. Holborne (1584 -1602) Allemanda

J.S.Bach (1685-17 50) “Jesus bleibet meine Freu de” BWV 147

J. Mouret (1682-1738) Fanfara

J.S.Bach (1685-17 50) Preludio in SOL maggiore BWV 557

H.Purcell (1659-16 95) Fanfara e Trumpet Tune

INSUBRIA BRASS

quartetto di ottoni
INSUBRIA BRASS . Questo gruppo , fondato dal trombettista Mauro Ghsletta assieme a colleghi di talento si prefigge di divulgare quella musica , ai più sconosciuta , composta per trombe e tromboni .

Il repertorio abbraccia letteratura originale ed elaborazioni dal Rinasci-mento ad oggi .

Il gruppo si avvale pure della collaborazione di organisti con i quali ha perfezionato un repertorio specifico .

Esibitosi prevalentemente in Svizzera e in Italia ha pure al suo attivo una serie di concerti in altrettanti Festival Internazionali in Spagna, una registrazione con la Radio Catalana di Barcellona e due trasmissioni in diretta con la Televisione della Svizzera Italiana riscuotendo ovunque il favore del pubblico e della critica specializzata.

Esecutori:

Trombe: Mauro Ghisletta, Mauro Piccitto,
Tromboni: Daniele Lagrutta, Francesco Negrisolo
Organo: Giuseppe Sanzari

Gen
7
lun
Aldo Patocchi, una mostra a Lugano, Villa Sassa dal 7 al 19 gennaio 2019 @ Lugano
Gen 7–Gen 19 giorno intero

La mostra intitolata “Aldo Patocchi xilografo” si tiene a Lugano, Villa Sassa, dal 7 al 19 gennaio. È aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18. La presentazione si tiene domenica 13 gennaio alle ore 11. Ingresso libero.

Biografia – Aldo Patocchi nasce a Basilea nel 1907 da casato originario di Peccia. A 6 anni con la famiglia si trasferisce a Lugano dove l’insegnante al ginnasio, lo scrittore Giuseppe Zoppi, lo avvia agli studi artistici e gli fa conoscere Ettore Cozzani, direttore della prestigiosa rivista milanese L’Eroica, per la quale nel 1925 inizia a collaborare illustrando testi letterari. Tra il 1925 e il 1931 vince quattro Borse di Studio federali; nel 1932 riceve la medaglia d’oro alla Triennale d’arti decorative di Monza, primo di numerosi premi ricevuti alle esposizioni nazionali e internazionali. Nel 1928 pubblica il ciclo di 20 xilografie Fremiti di selve. Dal 1934 e per tre decenni dirige il settimanale Illustrazione ticinese. Fa parte di numerose giurie in Svizzera fra cui la Commissione d’acquisto per la Collezione grafica del Politecnico di Zurigo. Dal 1950 al 1962 è membro della fondazione Pro Helvetia; è presidente della Società ticinese per le Belle Arti, vicepresidente della Società dei pittori, scultori e architetti svizzeri, membro fondatore di Xylon svizzera e nel 1976 presidente a Friborgo della Xylon internazionale. Durante la soprintendenza dei Musei di Lugano, allestisce nel 1950 la prima Biennale del bianco e nero e cura diverse mostre, tra il Museo Caccia e Villa Ciani. Muore a Lugano nel 1986.

Aldo Patocchi; l’arte, il sorriso
L’eredità di Aldo Patocchi è racchiusa nella sua arte, la xilografia, incisione su legno, che ha portato a livelli eccelsi, forse rimasti inimitati. È stato un autentico maestro d’arte in quanto a capacità realizzative, all’attività didattica e alla promozione culturale. Per decenni è stato un punto di riferimento dell’ambiente culturale ed artistico: con il suo lavoro d’arte, con la presenza in Commissioni nazionali e internazionali, con la direzione dei Musei a Lugano e, per decenni, di Illustrazione Ticinese, la rivista più popolare di quel tempo, dimostrandosi attentissimo all’approfondimento e alla divulgazione dell’arte e degli artisti.
La sua ampia produzione xilografica è sempre eseguita nell’incisione a sgorbia sul durissimo «legno di testa» in bosso. Una sicura e personale cifra stilistica ha contraddistinto la sua opera, tale da porlo ben presto ai massimi livelli nazionali e a segnalarlo oltre i confini della Svizzera. Ha esaltato la dialettica tra bianchi e neri in vigorosi tratti espressivi, solo più tardi aprendo al colore con evidenti capacità virtuosistiche e sempre in funzione poetica. Nelle sue opere si nota un’assimilazione spontanea della classicità tra sapienti vibrazioni del tratteggio e delicati trapassi tonali. La scelta del figurativo sottende una sottolineatura della dignità umana così come il raro e delicato approccio all’astrazione conduce verso la dimensione dell’immateriale.
Oltre alla sua intensa attività artistica, agli svariati incarichi a livello ticinese, svizzero e internazionale, alla valorizzazione di un genere d’arte raffinato, alle opere conservate in Musei e Collezioni pubbliche e private, di lui si ricordano le doti umane, la disponibilità, l’accoglienza, il sorriso.

Dalmazio Ambrosioni

Dr. Jeckyll e Mr. Aspie, 7 gennaio 2019, ore 20:30 | Teatro Elfo Puccini, c.so Buenos Aires 33, Milano @ Milano
Gen 7@20:30

Con il patrocinio della Fondazione ARES Associazione SemplicementeAspie e Spazio Asperger la Compagnia TeatRing

presenta

Dr. Jeckyll e Mr. Aspie, 7 gennaio 2019, ore 20:30 | Teatro Elfo Puccini, c.so Buenos Aires 33, Milano
di Marianna Esposito, Antonello Taurino, Carlo Turati

regia Marianna Esposito

con Antonello Taurino, voce fiori campo Marianna Esposito

assistente alla regia Annalisa Falché

scenografie Stefano Zullo

luci Ornella Banfi

sound design Andrea Bassani

produzione Compagnia TeatRing – 2017

con il sostegno di Digital Solutions

Dopo il successo del debutto lo scorso febbraio, torna a teatro Dr. Jeckyll e Mr. Aspie, lavoro della compagnia TeatRing che volge lo sguardo a una sindrome ancora oggi poco conosciuta e spesso mai diagnosticata, ma molto diffusa: l’Asperger.

Una commedia divertente e cinica sulla difficoltà di fare scelte radicali, sulla paura di perdere certezze e sul riconoscere i propri sentimenti, sul sentirsi alieno in un mondo diverso da te. Sul significato del coraggio e della felicità.

Presentato con enorme successo al Teatro Fontana in occasione della Giornata Internazionale della Sindrome di Asperger 2018, Dr. Jeckyll e Mr. Aspie della compagnia milanese TeatRing torna in scena all’Elfo Puccini ad ‘affiancare’ idealmente il debutto della nuova produzione del Teatro dell’Elfo Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon. Entrambi i lavori volgono infatti lo sguardo a una sindrome ancora oggi poco conosciuta e spesso tardivamente, o mai, diagnosticata, ma che riguarda moltissime persone. Sempre più frequenti i volti noti che rendono pubblica la propria diagnosi, ultima la scrittrice Susanna Tamaro, rompendo così il velo di silenzio e poca conoscenza sull’Asperger.

Protagonista è Samuel, 45 anni una vita intera passata ad essere considerato, semplicemente e causticamente, uno stronzo. Un giorno viene messo in una strana stanza. Non sa come uscirne. Una voce femminile parla con lui, mette in discussione le sue scelte e i suoi valori e il dialogo tra loro si accende tra toni di commedia dissacrante e corrosivo cinismo, assurdi fraintendimenti e analisi non richieste.

Samuel fino a quel momento si è sempre sentito fuori posto. Un alieno. Troppo difficile la vita, per lui. Ora è giunto a un punto di non ritorno. Per salvarsi deve uscire da quella stanza. Ma come? Samuel non è stronzo. Samuel potrebbe essere chiunque. Samuel è Asperger.

Primo spettacolo sulla Sindrome di Asperger in età adulta, Dr Jeckyll e Mr. Aspie è frutto di ricerche su testi scientifici, forum, blog e pagine social frequentate da Aspie. Fondamentale la collaborazione dell’Associazione SemplicementeAspie di Milano che si occupa di promuovere la corretta informazione sulla Sindrome e fornire sostegno alle famiglie in cui è presente.
Autismo Risorse e Sviluppo

Via Zorzi 2a, 6512 Giubiasco • +41 (0)91 850 15 80 • info@fondazioneares.com • www.fondazioneares.com

COMPAGNIA TEATRING Fondata nel 2004 da Marianna Esposito, direttrice artistica e regista, è composta da un gruppo eterogeneo di attori, danzatori, musicisti. Le attività della compagnia sono la produzione, l’organizzazione di eventi culturali e la formazione.

Tra gli spettacoli sino ad ora realizzati ricordiamo SottoSopra – perché ho più diritto di te a suicidarmi, Vincitore dei concorsi “OFFerta Creativa – Teatrinrete” e “La Fabbrika Teatro”, Finalista al Festival Inventaria; Tu, mio tratto dal romanzo di Erri De Luca, vincitore di “Premio AEnaria 2015 – miglior spettacolo” e finalista ai festival “VDA – Voci Dell’Anima 2016” e “Ad Arte, Calcata cineteatro festival”; MattaTtori, la vita di Magnani e Gassman, omaggio ai due grandi artisti italiani; Creaturamia… presentato al Fringe Festival di Edinburgo, a UNO Concorso Nazionale di Monologhi Teatrali, finalista al Premio Nazionale Bianca Maria Pirazzoli, Festival Status Quo, Rassegna EmargiNati, Festa del Teatro di Milano; Baccanti, la paura delle donne, finalista al concorso internazionale di regia Fantasio Piccoli. www.teatring.it

MARIANNA ESPOSITO inizia la sua formazione giovanissima, presso le principali scuole di teatro di Milano. A 18 anni inizia a lavorare come attrice. Frequenta e si diploma al Master per Attori di Emilia Romagna Teatro, diretto da Renata Molinari. Perfeziona la sua formazione con Michele Abbondanza, Cristina Pezzoli, Paolo Nani, Christine Cibils, Silvia Gallerano, Cesar Brie. Svolge da vent’anni attività di attrice, formatrice teatrale professionale e pedagoga teatrale in ambito sociale. Dal 2004 è direttrice della Compagnia TeatRing di Milano, composta da un eterogeneo gruppo di attori e artisti, nella quale svolge attività di regista, dramaturg e attrice. Con i suoi spettacoli, TeatRing ha partecipato a festival come Le Voci Dell’Anima, CollinArea, Ermo Colle, Piùchedanza, Edinburgh FRINGE festival, Festival Internazionale di Regia, Bianca Maria Pirazzoli, UNO Festival Nazionale di Monologhi Teatrali, AEnaria, Ad Arte e molti altri.

ANTONELLO TAURINO Docente, attore e comico, è nato a Lecce nel 1980. Dopo una Laurea in Lettere Moderne con tesi su Carmelo Bene e un diploma in Conservatorio in Chitarra Classica, nel 2005 si trasferisce a Milano. Consegue il diploma di attore nel Master triennale in Arte Drammatica “SAT” 2005-2008 del GITIS (Mosca – Jurij Alschitz) e nel 2010 quello della Scuola di Teatro-Kuniaki Ida (Milano). Partecipa a varie edizioni di Zelig dal 2003 al 2014. Ha vinto un Festival Nazionale del Cabaret e i Premi della Critica per il cabaret Città di Gallarate e Martina Franca. Nel 2017 vince il Premio Calandra come Miglior Regia, Miglior spettacolo e premio del pubblico. Si esibisce spesso all’estero nella versione inglese di Comedian, il suo recital comico. Fa parte di Democomica e di Kotiomkin. È in tournée con tre suoi spettacoli: Miles Gloriosus (2011), Trovata una Sega! (2014) e La Scuola non serve a nulla (2016).

INFORMAZIONI

7 gennaio 2019, ore 20:30
Teatro Elfo Puccini, c.so Buenos Aires 33 Milano
info e prenotazioni: tel. 02 00660606 – biglietteria@elfo.org
Ingresso: intero € 16.50 / ridotto abbonati Elfo Puccini € 11.50

Fondazione ARES
Rosy Pozzi, centrodoc@fondazioneares.com; mob. +41 76 511 29 81
Autismo Risorse e Sviluppo
Via Zorzi 2a, 6512 Giubiasco • +41 (0)91 850 15 80 • info@fondazioneares.com • www.fondazioneares.com
La Sindrome di Asperger

La sindrome di Asperger è un disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento, sconosciuta fino al 1981 e ancora oggi spesso non diagnosticata. Le persone con questa sindrome sono inserite nella società e presentano spesso quozienti intellettivi alti o abilità e talenti straordinari, ma hanno anche forti deficit nel comportamento sociale, affettivo e nella comprensione delle emozioni proprie e altrui. Nei soggetti adulti che hanno ricevuto una diagnosi tardiva è molto frequente riscontrare casi anche gravi di depressione e attacchi di panico, carenze di autostima o significativi problemi di ansia e iperattività ed è molto alto il numero di persone che hanno convissuto col problema fino all’età matura, senza comprendere esattamente la natura del proprio disagio.

L’incidenza dell’Asperger è altissima, attualmente stimato in circa un caso su 200 persone. Ma si calcolano soltanto i casi ufficialmente diagnosticati.

Negli ultimi anni la sindrome di Asperger sta suscitando grande interesse da parte dei media con film, serie tv e libri che trattano più o meno trasversalmente questo argomento: Il pescatore di sogni, commedia del 2011 di Lasse Hallström il cui protagonista, interpretato da Ewan McGregor è dichiaratamente Asperger. Adam, film del 2009 che racconta di un ragazzo Asperger e della sua relazione d’amore con una vicina di casa neurotipica, ha vinto il premio Sloan al Sundance film festival.

Dr. House è uno dei primi personaggi televisivi di successo che presenta caratteristiche simili alla sindrome di Asperger: alessitimia (difficoltà a riconoscere i sentimenti), elevato sviluppo dell’intelligenza logico/razionale, assenza di empatia cognitiva. Dallo stesso creatore, David Shore, The good doctor è una serie tv del 2017 che ha per protagonista un chirurgo specializzando autistico ad alto funzionamento (Asperger).

In Italia è stato creato uno spettacolo teatrale che ha come protagonista un ragazzo realmente Asperger, Christian tra la CI e la ERRE. Gerda è un cortometraggio del 2017 con Alessandro Haber, che tratta della sindrome.

Dr. Jeckyll e Mr. Aspie è il primo spettacolo teatrale dedicato alla Sindrome di Asperger in età adulta.

In letteratura hanno avuto un grosso successo romanzi che trattano della sindrome di Asperger: Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Mark Haddon; L’amore è un difetto meraviglioso di Graeme Simsion; Attraente, originale, emotivamente pericoloso di Barbara Jacobs; La dodicesima stanza di Teresa Antonacci.

Nella storia sono stati riconosciuti diversi personaggi che, analizzando la loro personalità da parte degli studiosi, sono o sono stati quasi certamente Asperger: Wolfgang Amadeus Mozart, Bob Dylan, Steve Jobs, Alfred Hitchcock, Michelangelo Buonarroti, Thomas Jefferson, Syd Barrett dei Pink Floyd, Albert Einstein, Vincent Van Gogh, Charles Darwin, Isaac Newton.

Nel 2013 Dan Aykroyd, attore statunitense ha reso nota la sua diagnosi di Asperger, così come l’attrice Daryl Hannah.

In Italia recentemente la scrittrice Susanna Tamaro ha reso nota la sua diagnosi.

Gen
8
mar
Il CCB augura a tutti/e un sereno 2019 ! e inizia la sua attività il 8 gennaio 2019 @ Bellinzona
Gen 8@20:30

Dopo la breve pausa natalizia riprendiamo la nostra programmazione con la rassegna
LA VITA È UN SOGNO – IL CINEMA DI RICHARD LINKLATER

La prima proiezione sarà martedì 8 gennaio, ore 20.30 con il film
DAZED AND CONFUSED (LA VITA È UN SOGNO), Usa 1993.
Presentazione di Francesca Monti e/o Emanuele Sacchi, autori del libro Richard Linklater. La deriva del sogno americano, Milano, Edizioni Bietti, 2016, che sarà in vendita alla cassa.

http://www.cicibi.ch
mailto:info@cicibi.ch

LuganoCinema93 – rassegna SOLVEIG ANSPACH: “LULU, FEMME NUE” l’8 gennaio a Lugano @ Lugano
Gen 8@20:30

Dopo la pausa natalizia, riprende la programmazione del cineclub LuganoCinema93 con il proseguimento della rassegna dedicata alla regista islandese Sólveig Anspach. Il film in programma, martedì 8 gennaio alle 20.30 al cinema Iride di Lugano, è LULU, FEMME NUE (2013). Una commedia drammatica calorosa e, a volte, bizzarra, nella quale Lulu si mette a nudo nel senso che si spoglia dei suoi orpelli di moglie, di madre, di disoccupata. Un ritratto della Francia in crisi. Dopo un ennesimo colloquio di lavoro andato male, Lulu decide di staccare e di concedersi qualche giorno di libertà, pensando solo a se stessa, senza sensi di colpa. Incontrerà altre persone come lei, ai margini della società.

Gen
9
mer
Riprende l’Alzheimer Caffè di Mendrisio il 9 gennaio 2019 @ Mendrisio
Gen 9@15:00

Mercoledì 9 gennaio alle ore 15:00, presso il ristorante Anatolia presso il Piazzale alla Valle

Riprendono mercoledì 9 gennaio gli incontri dell’Alzheimer Caffè di Mendrisio del 2019 e che di regola si tengono il primo mercoledì del mese.

Per questo primo incontro dell’anno avremo presente per la prima parte un’operatrice sociale del Comune di Mendrisio che tratterà il tema “I servizi sociali a disposizione della popolazione”, dopo la merenda e lo spazio musicale con i Tacalà avremo come gradito ospite per portare un saluto e rispondere alle varie domande dei presenti l’onorevole Sindaco di Mendrisio Samuele Cavadini.

Marco Barzaghini
tel: 079 830 75 64

Gen
10
gio
Concerti OSI in Auditorio, programma Gennaio 2019 @ Lugano
Gen 10–Gen 31 giorno intero

Il nuovo anno dell’Orchestra della Svizzera italiana inizia a gennaio con quattro importanti appuntamenti a Lugano presso l’Auditorio Stelio Molo RSI, la mini rassegna creativa OSI in Auditorio. Tre i concerti nella formula Play&Conduct che presenta un grande solista – Yuri Bashmet, Jörg Widmann, Sergej Krylov – nella duplice e anche triplice veste di solista-direttore d’orchestra e compositore (nell’ambito dei Concerti RSI). Infine Markus Poschner, direttore principale dell’OSI accompagnerà il pianista italiano Andrea Bacchetti.

Protagonista assoluto di giovedì 10 gennaio 2019 – all’Auditorio Stelio Molo RSI alle ore 20.30 – sarà Yuri Bashmet, un’autentica leggenda del suo strumento, la viola. Bashmet esegue due rare e seducenti composizioni per viola e orchestra di Max Bruch, la Romanza e il piccolo Concerto per clarinetto, viola e orchestra (solista il primo clarinetto dell’OSI Paolo Beltramini), incorniciate fra l’estremo capolavoro per 23 archi di Richard Strauss, Metamorphosen e la spumeggiante Sinfonia Classica di Prokof’ev.

Giovedì 17 gennaio 2019 il clarinettista tedesco Jörg Widmann si presenterà anche nella veste di compositore. Verranno eseguite prima la sua ouverture Con brio e poi il sestetto 180 beats per minute insieme a sei solisti provenienti dalle prime parti dell’OSI: i violinisti Robert Kowalski, Hans Liviabella, la viola Ivan Vukčevič e i violoncellisti Johann Sebastian Paetsch, Taisuke Yamashita e Felix Vogelsang. Widmann ha scelto come concerto solistico uno dei più belli e difficili di tutta la letteratura per clarinetto, il primo di Carl Maria von Weber, il quale precede la fiammeggiante Prima sinfonia di Felix Mendelssohn che conclude la serata.

Giovedì 24 gennaio 2019 il violinista virtuoso Sergej Krylov interpreta e dirige tre opere di periodi storici ben distinti: comincia con le rarefatte atmosfere di Fratres di Arvo Pärt, passa all’appassionato romanticismo maturo della Serenata per archi di Antonín Dvořák e chiude con il più classico fra i concerti romantici, quello in mi minore di Mendelssohn. Il concerto del 24 gennaio sarà replicato venerdì 25 al Teatro Civico di La Spezia.

Giovedì 31 gennaio 2019 Markus Poschner e l’OSI accompagneranno uno dei più duttili pianisti italiani, Andrea Bacchetti, nel Concerto in do maggiore KV 503 di Mozart. Il programma sarà completato da due opere di Beethoven: in apertura dall’ouverture Coriolano e nella seconda parte dalla Prima sinfonia. Il concerto sarà replicato lunedì 4 febbraio 2019 presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano e martedì 5 febbraio 2019 presso il Teatro Grande di Brescia.

Tutti i concerti OSI in Auditorio saranno trasmessi in diretta radiofonica su RSI Rete Due.

La prevendita degli abbonamenti e dei biglietti per OSI in Auditorio è effettuata presso la biglietteria del LAC a Lugano in Piazza Luini 6 (MA-DO 10-18), online su luganolac.ch e nei punti vendita Ticketcorner (Manor, Uffici postali). I biglietti saranno in vendita anche la sera dei concerti alla cassa serale dell’Auditorio.

Giovedì 10 gennaio, ASSI presenta: Quando tutto è racconto con Luca Brunoni, Davide Staffiero e Luca Bortone_, LaFilanda (Mendrisio) @ Mendrisio
Gen 10@20:00

Giovedì 10 gennaio, ASSI presenta: Quando tutto è racconto con Luca Brunoni, Davide Staffiero e Luca Bortone_ore 20, LaFilanda (via Industria 5, Mendrisio)

con Luca Brunoni, Davide Staffiero e Luca Bortone

Giovedì 10 gennaio alle 20 a LaFilanda (via Industria 5, Mendrisio)

Luca Brunoni è attivo nel campo dell’insegnamento e del diritto. Davide Staffiero è impiegato in una grossa azienda e si occupa di acquisizioni sul mercato estero. Luca Bortone lavora per la direzione di un’azienda comunale. Eppure, hanno tutti esordito di recente con un romanzo e captano storie da ogni momento della loro vita quotidiana.

image.png image.png image.png

Che cosa si può fare, quando si ha un lavoro e si ambisce a scrivere? Quali sono le piccole abitudini che possono aiutare gli scrittori a ritagliarsi il tempo per le loro storie? Quale sguardo bisogna sviluppare per individuare nuove idee, nuove trame, nuovi colpi di scena? Doppio lavoro, obbligo o scelta? Arricchimento o imposizione?

Durante la serata ci confronteremo con questi tre giovani autori membri dell’ASSI che hanno preso parte all’iniziativa “Un racconto per l’estate” (organizzata dal settimanale eXtra a metà 2018) per carpire i loro segreti e approfondire la loro esperienza.

Ingresso libero.

A seguire, aperitivo con gli autori presso il Murrayfield Pub di Chiasso

La mini serie OSI in Auditorio Play&Conduct presso l’Auditorio Stelio Molo RSI di Lugano, giovedì 10 gennaio 2019 @ Lugano
Gen 10@20:30

OSI in Auditorio
Giovedì 10 gennaio 2019 ore 20.30
Auditorio Stelio Molo RSI Lugano
Orchestra della Svizzera italiana
Yuri Bashmet Play&Conduct viola
Paolo Beltramini clarinetto
_____________
All’Auditorio Stelio Molo RSI di Lugano prende avvio la mini serie OSI in Auditorio Play&Conduct con il celebre violista russo Yuri Bashmet, che ha contribuito a far diventare il suo strumento un protagonista della scena concertistica internazionale. Bashmet nella duplice veste di direttore d’orchestra e solista eseguirà, con l’Orchestra della Svizzera italiana e il clarinettista Paolo Beltramini, opere di Richard Strauss, Bruch e Prokof’ev.

La mini serie OSI in Auditorio Play&Conduct presso l’Auditorio Stelio Molo RSI di Lugano, giovedì 10 gennaio 2019 ore 20.30, propone un artista che è diventato il simbolo stesso del suo strumento, la viola. Si tratta di Yuri Bashmet che si presenta nella duplice veste di direttore d’orchestra e solista. Come direttore Bashmet ha scelto di aprire il programma con uno dei brani più suggestivi di Richard Strauss, le Metamorphosen, studio per ventitré archi soli, scritte come compianto funebre dopo il bombardamento di Monaco di Baviera del 1943, che distrusse, fra l’altro, il Teatro dell’Opera. Oggi considerate una vetta dell’ultimo periodo straussiano, le Metamorphosen furono eseguite per la prima volta a Zurigo nel 1945 sotto la direzione di Paul Sacher. Bashmet direttore conclude il concerto con l’esecuzione di un capolavoro di segno opposto, la vitalistica e giovanile Sinfonia Classica di Sergei Prokofe’v, opera del venticinquenne compositore russo che volle in piena Prima guerra mondiale tornare alle proporzioni di una sinfonia di Haydn senza rinunciare al carattere graffiante del modernismo. Al centro del programma due opere del compositore tedesco Max Bruch, popolare soprattutto per le opere concertanti per violino (il suo Primo concerto è ancora fra i più amati di tutto il repertorio violinistico). Il Doppio concerto per viola e clarinetto – che vede solista anche il primo clarinetto dell’OSI Paolo Beltramini – e la Romanza per viola, entrambe datate 1911, sono emblematiche della fedeltà di Bruch alla lezione romantica ascendente a Schumann e Mendelssohn e della felicità melodica del compositore tedesco.
Il Concerto si svolge nell’ambito del Concerti RSI e sarà trasmesso in diretta da RSI Rete Due.

La prevendita degli abbonamenti e dei biglietti per OSI in Auditorio è effettuata presso la biglietteria del LAC a Lugano in Piazza Luini 6 (MA-DO 10-18), online su luganolac.ch e nei punti vendita Ticketcorner (Manor, Uffici postali). I biglietti saranno in vendita anche la sera dei concerti alla cassa serale dell’Auditorio dalle 19.00

Informazioni: www.osi.swiss

AGENDA

OSI in Auditorio
Giovedì 10 gennaio 2019 ore 20.30
Auditorio Stelio Molo RSI Lugano

Orchestra della Svizzera italiana
Yuri Bashmet Play&Conduct viola
Paolo Beltramini clarinetto

Richard Strauss Metamorphosen studio per ventitré archi soli
Max Bruch Romanza per viola e orchestra
Max Bruch Concerto per clarinetto, viola e orchestra in mi minore
Sergei Prokof’ev Sinfonia n. 1 in re maggiore Classica

Produzione OSI
Nell’ambito dei Concerti RSI – Diretta radiofonica su Rete Due

luganolac.ch
_____________________

L’OSI ringrazia tutti i suoi finanziatori e sponsor, in particolare il Cantone e Repubblica Ticino – Fondo Swisslos, la Città di Lugano, l’Associazione degli Amici dell’OSI, lo sponsor principale BancaStato e il partner internazionale Helsinn. L’OSI è Orchestra residente del LAC.

Gen
11
ven
Proiezione film «La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia» ad Airolo 11 gennaio 2019 @ Airolo
Gen 11@20:30

Continua la programmazione del film
«La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia»
al Cinema Leventina Airolo e al Cinema Teatro Blenio
venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2019
Grande successo nelle sale locarnesi per l’anteprima e la programmazione del documentario «La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia», accolto positivamente dal pubblico e dalla stampa ticinese.

Con queste favorevoli premesse il film sarà programmato anche al Cinema Leventina Airolo e al Cinema Teatro Blenio durante il fine settimana dell’11-12 gennaio. Il film sarà presentato ad Airolo dal regista Peter Frei e la casara d’alpe Regula Probst, e dal regista Peter Frei a Blenio.

Programmazione
Per gli orari consultate l’agenda delle sale, passibili di variazioni:

Cinema Leventina Airolo:
https://www.cinemaleventina.ch/la-fin-da-la-val/

Cinema Teatro Blenio:
https://cinemablenio.vallediblenio.ch/affiche.php?id=1351&category=film

«La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia» (2018) è una produzione Imagofilm Lugano in coproduzione con RSI Radiotelevisione svizzera.
Montaggio di Nicolò Tettamanti, musiche di Sandro Schneebeli.

Il film è sostenuto da Repubblica e Cantone Ticino, Fondo FilmPlus della Svizzera italiana, Succès Passage Antenne, Fondazione Ernst Göhner, Fondazione Landis&Gyr, Fondazione Pende, Fondazione SUISA per la musica, Ticino Film Commission.

In fondo alla Val Rovana (1400 m) vivono una cinquantina di persone. Tre famiglie contadine e un imprenditore sono i protagonisti grazie ai quali questo angolo remoto rimane popolato durante le quattro stagioni.

La scheda del film: http://imagofilm.ch/movie_detail.php?id_movie=12#.W_Winy1cq35

Gen
12
sab
La piattaforma Creattivati.ch informa dell’esposizione Bryn Migliore dal 12 gennaio al 24 febbraio 2019 negli spazi de La Filanda di Mendrisio @ Mendrisio
Gen 12–Feb 24 giorno intero

sabato 12 gennaio 2019 alle ore 18.00, negli spazi de La Filanda di Mendrisio in via Industria 5, si presenteranno le opere della pittrice-scultrice, Bryn Migliore.

Si tratta della seconda artista (4 in totale gli artisti scelti) proposta nell’ambito del progetto realizzato da creattivati.ch con il sostegno de La Filanda per dare una nuova opportunità di visibilità agli artisti professionisti della Svizzera italiana.

Dopo l’esposizione della fotografa Claudia Cossu Fomiatti / http://creattivati.ch/claudia-cossu-fomiatti/ con il suo progetto Ri-Tratti, é il momento della pittrice-scultrice Bryn Migliore / http://creattivati.ch/brynmariemigliore/ con il progetto CONVERSION.
Una serie di ritratti di dipinti su tela proposti dal 12.1 al 24.2.2019.

A seguire gli altri 2 artisti:

– dal 2 marzo al 12 aprile 2019 : il caricaturista Ivan Artucovich / http://creattivati.ch/2017/07/14/ivan-artucovich/
– dal 17 al 31 giugno 2019: la pittrice Giulia Fonti / http://creattivati.ch/2017/04/26/giulia-fonti/

info@creattivati.ch
www.creattivati.ch
Creattivati.ch vuole essere un servizio rivolto, non solo ai creativi alla ricerca di committenze o collaborazioni, ma anche agli operatori culturali che, attingendo a questo bacino di informazioni, saranno facilitati ad avere contatti con le varie professionalità artistiche con una visione chiara dello scenario regionale.

Scuola Svizzera di sci del Nara festeggerà il 12 gennaio 2019 il 40° anno di attività. @ Nara (Blenio)
Gen 12 giorno intero

Vi segnaliamo che sabato 12 gennaio 2019 la Scuola Svizzera di sci del Nara festeggerà il 40° anno di attività.

Un sodalizio e un valore aggiunto molto preziosi per la nostra stazione.

Chi lo desidera potrà ricevere lezioni private, dai nostri bravi maestri, con una riduzione del 40%. Tutti i 40enni beneficeranno inoltre di un’ora gratuita. Queste generose offerte sono vincolate dalla riservazione. A fine giornata vi attendiamo alla Giunta per l’aperitivo in musica e un po’ di festa. La cena è prevista al ristorante La Pernice ed è richiesta la prenotazione (info@sssnara.ch) www.sssnara.ch

Vi ricordiamo inoltre altri due appuntamenti imperdibili, la Sgambada venerdì 1.02.2019 e la Telemarkada sabato e domenica 16/17 02.2019.

Le condizione delle piste al 2000 con la discesa fino al 1500 sono ottime, come pure quelle della mitica pista per le slitte. Sarà pure in funzione il piattello ed i noleggi di sci e slitte.

La Pernice, il Pela bar e Nara Beach sono prontissimi per accogliervi con la consueta simpatia.
Venite a trovarci, vi aspettiamo!

Consultate regolarmente il sito www.nara.ch e le nostre pagine facebook e instagram per rimanere aggiornati.

“AUTO CHE PASSIONE! Interazione fra grafica e design” a Chiasso 12 gennaio 2019 @ Chiasso
Gen 12@15:00–17:00

LABORATORI DIDATTICI PER BAMBINI E ADULTI

In occasione della mostra in corso al m.a.x. museo vengono proposti dei laboratori didattici per bambini a tema con l’obiettivo di sviluppare la creatività e il piacere di conoscere il mondo dell’arte e del design. Ogni laboratorio prevede la partecipazione di bambini a gruppo senza suddivisione per età proprio per facilitare lo scambio culturale, e se si desidera è possibile che anche i genitori, i nonni, i cugini o gli accompagnatori del bambino stesso partecipino al laboratorio eseguendo il proprio manufatto e la visita “attiva” della mostra.

Il terzo laboratorio didattico viene organizzato

Sabato 12 gennaio 2019, ore 15.00 – 17.00
merenda inclusa

con il titolo
CAR DESIGN

Partendo da un “modello di base” di un’autovettura, si proverà insieme a ridisegnare le linee della carrozzeria. Comfort, linee fluenti, oggetti strani sono gli ingredienti adatti per compiere viaggi fantastici su un’auto che sarà – certamente – altrettanto fantastica!

Tutti i laboratori sono tenuti da mediatrici culturali (una delle quali con certificato del Percorso Formazione Specialistica rilasciato dall’Associazione Bruno Munari) e si svolgono al m.a.x. museo. Il laboratorio è seguito da una visita “attiva” alla mostra e una merenda.

Il costo complessivo per laboratorio è di CHF 10 / Euro 10 (bambini), CHF 15 / Euro 15 (adulti).

Tutto il materiale viene messo a disposizione dal museo.

Iscrizione obbligatoria: eventi@maxmuseo.ch.
oppure telefonando al: +41 (0)58 122.42.52 (nell’orario 10-12 e 14-18).

I laboratori didattici sono rivolti anche alle scolaresche (scuole dell’infanzia, scuole elementari, scuole medie); si tengono in orario scolastico durante la settimana, dal lunedì al venerdì, su iscrizione (eventi@maxmuseo.ch).

Ricordiamo inoltre un altro appuntamento dedicato in particolar modo ai bambini:

• Visita con i nonni al museo, domenica 20 gennaio 2019, ore 16.30

Proiezione film «La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia» a Blenio 12 gennaio 2019 @ Blenio
Gen 12@20:30

Continua la programmazione del film
«La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia»
al Cinema Leventina Airolo e al Cinema Teatro Blenio
venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2019
Grande successo nelle sale locarnesi per l’anteprima e la programmazione del documentario «La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia», accolto positivamente dal pubblico e dalla stampa ticinese.

Con queste favorevoli premesse il film sarà programmato anche al Cinema Leventina Airolo e al Cinema Teatro Blenio durante il fine settimana dell’11-12 gennaio. Il film sarà presentato ad Airolo dal regista Peter Frei e la casara d’alpe Regula Probst, e dal regista Peter Frei a Blenio.

Programmazione
Per gli orari consultate l’agenda delle sale, passibili di variazioni:

Cinema Leventina Airolo:
https://www.cinemaleventina.ch/la-fin-da-la-val/

Cinema Teatro Blenio:
https://cinemablenio.vallediblenio.ch/affiche.php?id=1351&category=film

«La fin da la val l’è mia la fin dal mund – Campo Vallemaggia» (2018) è una produzione Imagofilm Lugano in coproduzione con RSI Radiotelevisione svizzera.
Montaggio di Nicolò Tettamanti, musiche di Sandro Schneebeli.

Il film è sostenuto da Repubblica e Cantone Ticino, Fondo FilmPlus della Svizzera italiana, Succès Passage Antenne, Fondazione Ernst Göhner, Fondazione Landis&Gyr, Fondazione Pende, Fondazione SUISA per la musica, Ticino Film Commission.

In fondo alla Val Rovana (1400 m) vivono una cinquantina di persone. Tre famiglie contadine e un imprenditore sono i protagonisti grazie ai quali questo angolo remoto rimane popolato durante le quattro stagioni.

La scheda del film: http://imagofilm.ch/movie_detail.php?id_movie=12#.W_Winy1cq35

12,13 gennaio ’19 / Teatro il Cortile, Lugano Caligola(s)concerto @ Viganello
Gen 12@20:45

12,13 gennaio ’19 / sa20:45 – do17:00
Teatro il Cortile, Lugano
Caligola(s)concerto

“Voglio la luna. È una cosa che non ho. Non chiedo mica l’impossibile.”

Recital da Albert Camus, adattamento di Emanuele Santoro.
Voce recitante Emanuele Santoro
Musiche dal vivo di Claudia Klinzing

Prenotazioni sms/WA 0793372052 / info@ilcortile.ch

Entrata 20.-/15.-

Domenica aperitivo offerto a fine spettacolo!

Lo spettacolo

Caligola concerto e Caligola sconcerto. Due modi per definire questo spettacolo. Il primo per la forma, il secondo per il contenuto. La voce come unico strumento al servizio del testo. La voce dell’attore e quella degli strumenti. Voci che si incontrano, si scontrano, si sovrappongono e si accompagnano, con l’unico intento di restituire la grandezza di un’opera in cui il protagonista, giovane imperatore romano, dopo la morte della sorella e amante Drusilla, scopre una verità semplice e terribile: gli uomini muoiono e non sono felici (…). Si rende conto dell’inutilità della vita. L’intera speranza del mondo, rappresentata dall’amore per Drusilla, si sfalda e la riconciliazione col mondo non può più esistere; Caligola accetta allora la lotta fra sé e la propria vita, fra sé e il mondo. Tutto è menzogna e la sola verità è la ricerca dell’impossibile. Il dramma si presenta come un incalzante, severa e disordinata elaborazione del lutto, che dal particolare della relazione amorosa giunge a stabilire leggi universali. Caligola sente giusto che tutti capiscano che la morte è insensata. Vuole erigersi a simbolo della morte e dell’unicità della vita. Diventa imperatore-peste-rivoluzione. Ma quella che viene additata come crudeltà altro non è che la follia d’amore, disperata, incontrollabile e irrefrenabile, di chi ha perduto la perfezione dell’istante, la gioia della condivisione del sentimento, e si trova, solo e poco più che ventenne, a governare una società e un sistema in cui non crede.

“(…) Mi strofina il dito nel palmo della mano. Mi chiama bella mia. Mi tasta il sedere. Inammissibile. Basta, deve morire. Ha confiscato tutti i tuoi beni, Patrizio. Ha ucciso tuo padre, Scipione. Ha rapito tua moglie, Ottavio, e l’ha messa a lavorare nel suo bordello. Ha ucciso tuo figlio, Lepido. Avete ancora dei dubbi? È un depravato. Un cinico. Un commediante. Un impotente. Me l’ha detto mia moglie! (…) Se ci ha reso la vita insopportabile non è certo per le sue oscenità, per le sue crudeltà, per i suoi delitti, ma perché passioni più alte e più mortali lo sorreggono. Attraverso Caligola, per la prima volta nella storia, la poesia provoca l’azione e il sogno la realizza. Lui fa ciò che sogna di fare. Lui trasforma la sua filosofia in cadaveri. Voi dite che è un anarchico. Lui crede di essere un artista. Ma in fondo non c’è differenza. Se c’è un solo individuo puro, nel male o nel bene, il nostro mondo è in pericolo. Ecco perché Caligola deve morire.”

ilCortile
v. boscioro 18
Ch-6962 Viganello
0919222200
0793372052
info@ilcortile.ch
ilcortile.ch

Gen
13
dom
13 gennaio ’19 / Teatro il Cortile, Lugano Caligola(s)concerto @ Viganello
Gen 13@17:00

12,13 gennaio ’19 / sa20:45 – do17:00
Teatro il Cortile, Lugano
Caligola(s)concerto

“Voglio la luna. È una cosa che non ho. Non chiedo mica l’impossibile.”

Recital da Albert Camus, adattamento di Emanuele Santoro.
Voce recitante Emanuele Santoro
Musiche dal vivo di Claudia Klinzing

Prenotazioni sms/WA 0793372052 / info@ilcortile.ch

Entrata 20.-/15.-

Domenica aperitivo offerto a fine spettacolo!

Lo spettacolo

Caligola concerto e Caligola sconcerto. Due modi per definire questo spettacolo. Il primo per la forma, il secondo per il contenuto. La voce come unico strumento al servizio del testo. La voce dell’attore e quella degli strumenti. Voci che si incontrano, si scontrano, si sovrappongono e si accompagnano, con l’unico intento di restituire la grandezza di un’opera in cui il protagonista, giovane imperatore romano, dopo la morte della sorella e amante Drusilla, scopre una verità semplice e terribile: gli uomini muoiono e non sono felici (…). Si rende conto dell’inutilità della vita. L’intera speranza del mondo, rappresentata dall’amore per Drusilla, si sfalda e la riconciliazione col mondo non può più esistere; Caligola accetta allora la lotta fra sé e la propria vita, fra sé e il mondo. Tutto è menzogna e la sola verità è la ricerca dell’impossibile. Il dramma si presenta come un incalzante, severa e disordinata elaborazione del lutto, che dal particolare della relazione amorosa giunge a stabilire leggi universali. Caligola sente giusto che tutti capiscano che la morte è insensata. Vuole erigersi a simbolo della morte e dell’unicità della vita. Diventa imperatore-peste-rivoluzione. Ma quella che viene additata come crudeltà altro non è che la follia d’amore, disperata, incontrollabile e irrefrenabile, di chi ha perduto la perfezione dell’istante, la gioia della condivisione del sentimento, e si trova, solo e poco più che ventenne, a governare una società e un sistema in cui non crede.

“(…) Mi strofina il dito nel palmo della mano. Mi chiama bella mia. Mi tasta il sedere. Inammissibile. Basta, deve morire. Ha confiscato tutti i tuoi beni, Patrizio. Ha ucciso tuo padre, Scipione. Ha rapito tua moglie, Ottavio, e l’ha messa a lavorare nel suo bordello. Ha ucciso tuo figlio, Lepido. Avete ancora dei dubbi? È un depravato. Un cinico. Un commediante. Un impotente. Me l’ha detto mia moglie! (…) Se ci ha reso la vita insopportabile non è certo per le sue oscenità, per le sue crudeltà, per i suoi delitti, ma perché passioni più alte e più mortali lo sorreggono. Attraverso Caligola, per la prima volta nella storia, la poesia provoca l’azione e il sogno la realizza. Lui fa ciò che sogna di fare. Lui trasforma la sua filosofia in cadaveri. Voi dite che è un anarchico. Lui crede di essere un artista. Ma in fondo non c’è differenza. Se c’è un solo individuo puro, nel male o nel bene, il nostro mondo è in pericolo. Ecco perché Caligola deve morire.”

ilCortile
v. boscioro 18
Ch-6962 Viganello
0919222200
0793372052
info@ilcortile.ch
ilcortile.ch

Gen
15
mar
9 cortometraggi di Ugo Panizza al Ciossetto di Sementina il 15 gennaio 2019 @ Sementina
Gen 15@14:00

Martedì 15 gennaio ore 14.oo
9 cortometraggi di Ugo Panizza al Ciossetto di Sementina

15 GENNAIO-1 cortometraggi ugo panizza
Daniele Pecci ne Il Fu Mattia Pascal. Luigi Pirandello al teatro di Locarno il 15 e il 16 gennaio @ Locarno
Gen 15@20:30

LOCARNO. ”Il Fu Mattia Pascal” approda al Teatro di Locarno per la stagione di prosa, martedì 15 e mercoledì 16 gennaio alle ore 20.30, nel nuovo adattamento di Daniele Pecci, firmato per la regia da Guglielmo Ferro, direttore artistico del Quirino di Roma e figlio dell’attore Turi Ferro, grande interprete di Pirandello.

Quando si ha tra le mani un’opera letteraria dalla ormai nota complessità filosofica, l’unica cosa da fare è puntare tutto sull’essenzialità. Il regista lo sa bene e decide, quindi, di presentare al pubblico una messinscena lineare e nitida. Così come nel libro anche sulla scena la storia è costituita da due cornici: la prima, che corrisponde all’inizio e alla fine della storia, si svolge nella biblioteca; la seconda, invece, è una lunga retrospezione che consente di riavvolgere la struttura narrativa su se stessa per far riaffiorare gli avvenimenti del passato.

Il Mattia Pascal giovane, umoristico e un po’ impacciato di Daniele Pecci, si ritrova costretto nel ruolo di funambolo, in un precario equilibrio tra ricordi, incubi, amori e la consapevolezza di un’identità evanescente. Come in un’ardua acrobazia, infatti, gli avvenimenti del protagonista si susseguono senza sosta sempre in bilico tra morte e vita.

La storia comincia dalla fine. È lo stesso Mattia Pascal (Daniele Pecci) a raccontarla. Lo ritroviamo in una biblioteca di un vecchio convento sconsacrato insieme a Don Eligio (Rosario Coppolino) al quale racconta chi era e quel che era la sua vita e quello che gli resta ormai della sua identità.

Pubblicato nel 1904, è uno dei romanzi di maggior successo di Luigi Pirandello. Attorniato da un cast di bravi professionisti, Daniele Pecci nei panni del protagonista è convincente. Un’ironia sottile, il senso dell’assurdo, percorre il dramma.

Daniele Pecci è uno degli attori italiani più amati. 47 anni, alto quasi 190 centimetri, è diventato popolare grazie alla fiction Rai Orgoglio. Successivamente sono arrivate tante altre serie di successo: L’ultimo padrino, Crimini bianchi, Sposami, I misteri di Laura. Senza dimenticare il cinema, dove ha recitato (solo per fare qualche nome) in: Mine Vaganti, The Tourist, Manuale d’amore 3. In tanti anni di carriera, Pecci non ha mai dimenticato il teatro, il suo primo amore. Molteplici le rappresentazioni di cui è stato protagonista, l’ultima delle quali è l’Enrico V di Shakespeare.

Prevendita e info: Organizzazione Turistica Lago Maggiore e Valli, tel. 091 759 76 60 oppure sul sito www.teatrodilocarno.ch

LuganoCinema93 – rassegna Solveig Anspach: film L’EFFET AQUATIQUE, martedì 15 gennaio a Lugano @ Lugano
Gen 15@20:30

Con la proiezione del film L’EFFET AQUATIQUE, martedì 15 gennaio alle 20.30 al cinema Iride, si conclude la rassegna che LuganoCinema93 ha dedicato alla regista americano-islandese Sólveig Anspach.
L’effet aquatique, ultimo film postumo della regista deceduta nel 2015, celebra malgrado tutto la gioia di una nuova vita. Un’originale commedia romantica nella quale il dolce Samir, gruista a Montreuil si innamora della ruvida istruttrice di nuoto Agathe e, per conquistarla, inventa un sotterfugio: fa finta di non saper nuotare.

Inoltre, la rassegna dedicata al regista texano RICHARD LINKLATER, intitolata LA VITA È UN SOGNO, inizierà al cinema Iride, martedì 22 gennaio.
Americano dal tocco ricercatamente europeo, Linklater (1960) è uno dei più interessanti tra i nuovi autori del cinema d’oltreoceano. Un talento emerso indipendentemente dai grandi circuiti del cinema statunitense.
Tutte le informazioni sui film in programma sono disponibili sul sito: www.luganocinema93.ch

UNA LEGGE. L’ALTRA NO una produzione SuPerGiù Teatro a Lugano il 15 genn.2019 @ Lugano
Gen 15@20:30

MA 15.01.2019
20:30
TEATRO FOCE
TEATRO & CABARET | RASSEGNA HOME

UNA LEGGE. L’ALTRA NO

una produzione SuPerGiù Teatro
Autrice e regia: Sara Flaadt
Con: Margherita Coldesina, Jasmin Mattei
Età: a partire dai 16 anni

Martedì 15 gennaio, ore 20,30 al Teatro Foce di Lugano, la compagnia SuPerGiu Teatro porta in scena “Una legge. L’altra no” di Sara Flaadt. Lo spettacolo affronta il tema del diritto e delle questioni di genere per riflettere e ironizzare sui vari aspetti del mondo delle leggi, della giurisprudenza, dei diritti e dei doveri.
Due donne, una è un affermato avvocato di successo, l’altra una donna delle pulizie che di leggi non ne capisce niente, o almeno così pare. Una è di buona famiglia, l’altra vorrebbe cessassero di abusarla sul lavoro e perché no, sapere anche da dove venga realmente.
Ad unirle? L’incontro di due anime senza tempo. Due individui che semplicemente esistono sottomesse alle condizioni stabilite da una sorta di giudice supremo. Il grande padre con la P minuscola. Cultura e società. Si incontrano in una sorta di limbo parlando, parleranno tra loro, parleranno di diritto, parleranno di sé, parleranno tra sé. Che si capiscano non è cosa certa.
https://www.foce.ch/
https://www.supergiuteatro.com/